NEW ORLEANS PLANTATION COUNTRY

Nella regione che da New Orleans si estende verso ovest/ nord-ovest lungo il corso del fiume Mississippi, si trova una delle aree del Sud più ricche di dimore storiche padronali, quelle che erano le abitazioni dei proprietari delle grandi piantagioni di cotone, canna da zucchero e tabacco , le Plantation House. Alcune delle più spettacolari e integre, sopravvissute alla distruzione della Guerra Civile (1861-1865), rientrano in un progetto di promozione congiunta che prende il nome di New Orleans Plantation Country, patrocinato da The River Parishes Tourist Commission. All' interno di questa alleanza turistica ci sono dieci plantation , non distanti da New Orleans e tranquillamente visitabili in giornata con escursioni organizzate, o semplicemente noleggiando un' auto e godendosi, con la calma che il luogo richiede, la suggestiva Great River Road, 70 miglia lungo il "Nilo d' America" che dalla città del jazz & blues e del "Mardì Gras" porta alla capitale della Louisiana, Baton Rouge.

DESTREHAN PLANTATION

13034 River Rd. Destrehan, LA 70047

Costruita nel 1787, la Destrehan Plantation è sicuramente una delle più antiche testimonianze di plantation home nella Lower Mississippi Valley; all' interno
della dimora è custodito un documento originale firmato da Thomas Jefferson e James Madison che sanciva l' impegno di un pugno di uomini, tra cui il
primo proprietario della piantagione, Jean Noel Destrehan, nel garantire la formazione di una democrazia rappresentativa americana nei territori della
Louisiana da poco acquistati dai francesi. La storia della Destrehan Plantation è ricca di eventi che hanno segnato la regione come la "Slave Recvolt"
del 1811 o l' occupazione da parte dell' esercito Unionista che sul finire della Guerra Civile ne fece una casa di accoglienza dove gli schiavi liberati
potevano imparare vari mestieri. Oggi Destrehan Plantation è gestita dalla River Road Historical Society che ne preserva l' enorme valore storico e
architettonico e ne coordina le visite attraverso preparatissime guide in costume d' epoca che sanno far rivivere ai visitatori l' atmosfera degli anni d' oro
delle grandi piantagioni, con dimostrazioni di lavori artigianali tipici delle dimore di questo tipo come la lavorazione della canna da zucchero, tessitura e
carpenteria. Durante il corso dell' anno la proprietà ospita vari eventi come l' Annual Fall Festival che all' inizio di novembre ospita artisti e artigiani da
tutto il paese che vendono i loro prodotti, ottimi stand di cucina cajun e creola e l' immancabile musica live a fare da soundtrack alla manifestazione

Orari di apertura : tutti i giorni dalle 9:00 alle 16:00

Costo dell' ingresso: adulti $20.00, bambini/ ragazzi (6 - 16 anni ) $7.00; tariffe speciali per i gruppi

EVERGREEN PLANTATION 4677 Hwy. 18, Edgard, LA 70049

E' tra la dimore di questo genere più integre e meglio conservate di tutto il Sud; ha all' interno della sua vasta proprietà ben 37 edifici iscritti nel National Register of Historic Places, incluse 22 abitazioni degli schiavi ancora nella disposizione originale a doppia fila. Evergreen Plantation eguaglia i siti di
Mount Vernon e Gettysburg per avere il più alto numero di edifici riconosciuti di così alto valore storico ed è comunque un modello di riferimento tra le plantation storiche del paese. Per apprezzare al meglio questa dimora e la sua ampia proprietà risalente al 1790 ( e ristrutturata nel 1832) vengono
effettuati dei tour guidati di circa 90 minuti che comprendono, oltre che la "Big House", anche le dimore degli schiavi, che erano il cuore pulsante, nel bene e nel male, dell' economia su cui si reggeva la piantagione e tutto il sistema economico e sociale dell' intero Sud degli Stati Uniti fino alla fine della
Guerra Civile Americana. Uno stupendo parco con querce con oltre 200 anni di vita circonda interamente la proprietà e ne rende ancor più magica e suggestiva la visita. Sicuramente la Evergreen Plantation rappresenta un "must" da non mancare per tutti i visitatori dell' area di New Orleans in quanto si trova solamente a circa 30 miglia dalla città, facilmente raggiungibile in auto seguendo il corso del Mississippi o partecipando ad una delle escursioni guidate che partono ogni giorno dalla città. Una curiosità: è stata location del film di Quentin Tarantino, "Django unchained".

Orari di apertura: dal lunedì al sabato , domenica chiuso, solo tour guidati che partono alle 9:30, 11:30 e 14:00

Costo del biglietto: adulti $20.00, bambini (sotto i 12 anni) $10.00, gruppi di 6 o più persone 8 $

HOUMAS HOUSE PLANTATION 40136, Hwy 942, Darrow, LA 70725

Conosciuta come "Il Gioello della Corona della River Road della Louisiana", questa è senz' altro una delle plantation più famose, più fotografata e "filmate" (è stata il set di numerosi film) di tutto il Sud. L' area apparteneva ai nativi Houmas (da cui il nome) che la cedettero a metà del '700 a proprietari terrieri francesi che vi costruirono sopra il primo edificio ("the French House"); in seguito, con la cessione della Louisiana da parte dei francesi ai nascenti Stati Uniti (1803) la proprietà inizio a coltivare canna da zucchero. Nel 1810 un eroe della guerra d' Indipendenza, il Gen. Wade Hampton della Virginia, acquistò la proprietà e iniziò la costruzione della "Mansion", anche se il completamento dell' edificio come lo si vede oggi avvenne tra il 1825 e il 1828. Con oltre 300.000 acri di terreno divenne la più imponente plantation dell' epoca e un punto di riferimento nella produzione e lavorazione della canna da zucchero; nel periodo pre bellico (guerra
civile) era nota come "The Sugar Palace". Nel 1857 l' irlandese John Burnside comprò la proprietà per 1 milione di dollari e portò la Houmas House a essere la maggior produttrice di zucchero d' America ed ebbe anche il merito di salvare la proprietà dalla distruzione della guerra. Il proprietario che succedette a Burnside, Col. William Porcher Miles, fu capace di incrementare ancora la produzione della plantation che proseguì la sua fortuna fino all' esondazione del Mississippi del 1927 i cui danni furono ulteriormente aggravati dalla crisi economica ("Great Depression") dei successivi anni. Nel 1940 Dr. George B. Crozat comprò la proprietà , la riportò agli antichi splendori e l' aprì al turismo. Oggi Houmas rivive i fasti del suo periodo d' oro e offre ai visitatori un viaggio nel passato grazie alle guide in costume d' epoca che effettuano i tour guidati e garantisce anche un esperienza superlativa di ospitalità con il suo INN ricavato all' ombra delle querce secolari e i suoi ristoranti e bar che offrono il meglio della cucina tradizionale del Sud,
rinomati in tutto il paese come il Latil's Landing Restaurant, ricavato nella "French House" e di ovvia ispirazione francese, The Carriage House Restaurant un top restaurant con tipica cucina del Sud, Cafe' Burnside per un lunch informale, Le Petite Houmas Restaurant specializzato nel brunch
domenicale e The Wine Cellars of Houmas House, per una pausa di relax degustando oltre 500 etichette di ottimo vino da tutto il mondo.

Orari di apertura : tutti i giorni , tutto l' anno dalle 9:30 alle 19.00 solo tour guidati (gli orari possono cambiare con le stagioni)

Costo dell' ingresso: adulti per la Mansion & Gardens $24.00 /per il soli giardini e proprietà esterna 10 $; per gruppi di oltre 15 persone, 15 $

LAURA PLANTATION 2247 Highway 18 Vacherie, LA 70090

Secondo l' autorevole guida Lonely Planet la visita della Laura Plantation è uno dei migliori "tour storici" degli Stati Uniti; la proprietà fu acquistata nel 1804 da un veterano ufficiale francese della guerra navale durante Rivoluzione Americana, Duparc, che iniziò a costruirvi i primi edifici. La Manor House fu completata in soli 11 mesi grazie all' abile lavoro di schiavi , molto probabilmente, provenienti dal Senegal, con lo stile rurale tipico dei primi coloni della Louisiana (creolo) . La base fu rialzata da terra da pilastri di mattoni per contrastare le frequenti esondazioni della zona; fu dipinta nei colori tipici, vivaci, delle abitazioni tradizionali della regione, intonacata al suo interno con una forma finale a "U" con grande cucina indipendente nella sua parte posteriore. Alla morte di Duparc nel 1808, l' intero complesso della Laura Plantation era composto da 10 edifici di considerevoli dimensioni, comprese le abitazioni per 17 schiavi, un fienile, magazzini e un piccolo, zuccherificio rudimentale. A 600 metri dalla manor house scorre il Mississippi e c' era un pontile adibito all' attracco di ogni tipo di imbarcazione. Negli anni antecedenti la Guerra Civile la plantation aveva raggiunto dimensioni ragguardevoli con 69 abitazioni in cui erano alloggiati gli schiavi, un infermeria, pozzi d' acqua e un mulino per la lavorazione dello zucchero di canna, le cui
piantagioni circondavano per ettari la proprietà. La visita della Laura Plantation (che è ancora in attività nella produzione di zucchero) si effettua con un tour guidato di circa 70 minuti, accompagnato da esperte guide in costume d' epoca che, grazie alle informazioni ricavate dai preziosi archivi storici, in parte provenienti anche dagli archivi nazionali francesi, sanno far rivivere la vita e le abitudini di 7 generazioni di proprietari terrieri creoli della Louisiana e degli schiavi nord-african che vi anno vissuto, lavorato e sofferto. Sono ben 12 gli edifici della plantation iscritti nel National Register of Historic Places tra cui la stupenda "Maison Principale" restaurata di recente; l' ufficio del turismo della Louisiana ha inserito questo luogo nelle "Top Travel Attraction"
dello Stato e la sua vicinanza con New Orleans ne fanno un' escursione da non mancare, soprattutto se viene abbinata allo splendido percorso lungo la Great River Road , magari facendo sosta per la visita di altre delle spettacolari dimore storiche qui segnalate.

Orari di apertura : tutti i giorni , solo tour guidati, dalle 9:30 alle 17:00 (l' ultimo tour parte alle 16:00)

Costo dell' ingresso: adulti 20 $, bambini/ragazzi da 6-17 anni 6 $, sotto i 6 anni ingresso gratuito / (quote gruppi per 20 o più persone)

OAK ALLEY PLANTATION 3645 Highway 18 ,Vacherie, LA 70090

La Oak Alley Plantation, "The Great Dame of the Great River Road", al pari della Houmas House, è sicuramente tra le più famose, visitate e fotografate dimore storiche della Louisiana; il suo viale di accesso alla manor house, affiancato da 28 spettacolari querce secolari, è un immagine oramai iconica di tutto il Sud degli Stati Uniti del periodo pre bellico, al suo massimo splendore. Valcour Aime, facoltoso uomo d' affari della regione conosciuto come "The King of Sugar", acquistò questo appezzamento di terreno per farne una piantagione di canna da zucchero nel 1830. Poco dopo passò la proprietà al cognato Jacques Roman che offrì in cambio una plantation che apparteneva alla sua famiglia. Roman iniziò la costruzione della manor house che fu completata nel 1839; nota curiosa: le favolose querce , simbolo del luogo, erano già state piantate nell' appezzamento di terra intorno al 1725 - 1750 , non si sa bene da chi... Inizialmente il luogo era noto come "Bon Sejour" (buon soggiorno) ma la straordinaria prospettiva sul viale alberato che avevano i passeggeri dei battelli a vapore in navigazione sul vicino Mississippi, fece presto cambiare il nome in Oak Alley ("vicolo della quercia"). La plantation visse un periodo di splendore per la produzione e lavorazione della canna da zucchero fino al 1848, anno in cui Roman morì; sua moglie passò alla gestione della tenuta ma non ebbe le stesse capacità del marito e la proprietà , con enormi debiti, fu messa all' asta nel 1866, acquistata da John Armstrong che comunque non seppe cambiare le sorti di Oak Alley , anche a causa degli enormi costi di gestione che richiedeva, e la plantation
andò gradualmente in rovina. Nel 1925 la proprietà fu acquistata da Andrew Stewart , facoltoso uomo del Texas che la donò a sua moglie e la fece restaurare completamente, reintroducendo negli anni '60 anche la coltivazione di canna da zucchero. Con la morte di Stewart , nel 1972, Oak
Alley è stata donata per suo volere alla fondazione omonima che l' aprì al pubblico per le visite. Oggi è possibile anche soggiornare nella tenuta i uno dei suoi 5 suggestivi cottage e approfittare dell' ottima cucina tipica del Sud (cajun e creola) servita dal suo ristorante principale. La suggestione e magia del luogo hanno fatto di Oak Alley set ideale per molti film; uno per tutti "Intervista col Vampiro" con Tom Cruise e Brad Pitt, basato sul romanzo di Anne Rice.

Orari di apertura : da Novembre - Febbraio dalle 9:00 -16:30 dal lunedì al venerdì / dalle 9:00 - 17:00 il Sabato e la Domenica
Da Marzo - Ottobre , tutti i giorni, 9:00-17:00

Costo dell' ingresso: adulti (da 19 anni in poi) 22 $ / ragazzi dai 13-18 anni compiuti 7,50 $ / bambini 6-12 anni 4,50 $

ORMOND PLANTATION 13786 River Road, Destrehan, LA 70047

Il terreno su cui fu edificata questa dimora fu donato al francese Pierre D' Trepagnier dal governatore, all' epoca, spagnolo della regione per i servizi prestati durante la Rivoluzione Americana intorno al 1780; il completamento dell' edificio principale avvenne nel 1790 e fu fatto il stile "Coloniale della Louisiana" fornendo un modello di architettura poi imitato per gran parte delle piantagioni delle "Indie Occidentali". Le due ali laterali della costruzione, più alte dell' edificio principale, danno al complesso un look distintivo e ben riconoscibile; il luogo era spesso frequentato dai funzionari della Louisiana e dai governatori spagnoli della regione. Pierre D'Trepagnier scomparve misteriosamente un giorno, pare fosse stato invitato a pranzo da funzionari spagnoli in una proprietà vicina, e non se ne ebbe più notizia. Nel 1805 il colonnello Richard Butler comprò la proprietà dalla signora D' Trepagnier. Butler aveva prestato servizio nell'esercito degli Stati Uniti e si era innamorato del Sud. Chiamò la sua nuova casa "Ormond" in onore della sua casa di origine, il Castello di Ormonde in Irlanda. Come molte piantagioni del Sud, la proprietà Ormond cadde in disgrazia dopo la fine della Guerra Civile e passò di mano varie volte, venduta in aste pubbliche nel 1874-1875. Nel 1898 venne acquistata dal Senatore La Place di New Orleans che morì poco dopo; la moglie e la madre successivamente ne divennero proprietarie per poi cederla alla famiglia Shexnayders che la tenne fino al 1926. Da qui in poi, per tutti gli anni '30, il destino della Ormond Plantation si fece alquanto incerto passando da vari inquilini che la lasciarono lentamente andare in rovina. Per fortuna subentrarono i coniugi Brown di New Orleans, grandi produttori di latte, che restaurarono la proprietà, riportandola in ottime condizioni; oggi la tenuta Ormond appartiene alla famiglia Carmouche che ne prosegue con passione l'opera di restauro e mantenimento. Ormond Plantation è aperta al pubblico per visite guidate , matrimoni , pranzi , incontri e vari altri eventi privati per tutto l'anno , così come è un bed and breakfast
molto suggestivo inserito in un ambiente esclusivo e romantico che offre ai propri ospiti un vero"viaggio nel tempo". Nel 2011 è stato aperto all' interno del B&B un ristorante gestito dal quotato chef Richard Kiral che propone eccellenti rivisitazioni della cucina tradizionale del Sud.

Orari di apertura : tour dal martedì al sabato dalle 10:00 - 16:00

POCHE PLANTATION 6554 State Highway 44, Convent, LA 70723

Questa dimora, risalente al periodo post-Guerra Civile, ha uno stile che si distingue dalla maggior parte delle case padronali storiche della regione , solitamente caratterizzate da un' architettura "Greek Revival"con ampio uso di imponenti colonne distribuite lungo l' intero perimetro dell' edificio; la Poché ha infatti uno stile architettonico che si può definire "Victorian Renaissance Revival". L' edificio fu costruito nel 1867 dal giudice Felix Pierre Poché che lo edificò in un terreno già sfruttato come piantagione di canna da zucchero per molti anni. Il giudice restò nell' abitazione fino al 1892 e venne scoperto più tardi che egli, simpatizzante dell' esercito Confederato, aveva tenuto un diario, rimasto nascosto, in cui descriveva in maniera dettagliata il "mondo" Confederato della Louisiana durante la Guerra ed è uno dei pochi, preziosi documenti di questo tipo in possesso degli studiosi. Dal 1880 Poché si trasferì a New Orleans e la dimora servì ancora per qualche anno come soggiorno estivo fino al 1892, quando la proprietà fu ceduta al giudice Herny Himel che visse qui per molti anni con la sua famiglia. Come gran parte delle plantation della zona anche questa ha subìto alterne fortune fino a diventare, come lo è oggi, un Bed & Breakfast di sole 5 camere che offre la genuina e squisita ospitalità del Sud, oltre a essere un "RV PARK" grazie ai suoi 18 acri di terreno che e può ospitare, con tutti i comfort e le facilities (bagni, attacchi per l' acqua, elettricità e TV), fino a 85
fra camper e roulotte. Una nota di merito sulla Poché Plantation: nel 2006 ospitò e diede assistenza a oltre 300 persone evacuate e rimaste senza casa a causa degli uragani Katrina e Rita che hanno colpito l' area di New Orleans.

Orari di apertura e costi di ingresso: dato che la proprietà è prettamente dedicata all' ospitalità, vengono effettuate visite dei suoi edifici storici e regolarmente svolti eventi annuali, ma si raccomanda di contattare direttamente la Poche Plantation per maggiori informazioni- Costo orientatvo: 20 $ a
persona.

ST. JOSEPH PLANTATION 3535 Highway 18 , Vacherie, LA 70090

Con i suoi 1000 acri di proprietà, questa piantagione è stata il luogo di nascita di H.H. Richardson, uno dei maggiori architetti americani del XIX secolo. La dimora , originariamente costruita intorno al 1830 in stile "Creolo" con base rialzata (come in uso fra i primi coloni della regione) precede molte delle proprietà vicine , edificate in "Greek Revival Style". Josephine Aime, figlia di Valcour Aime, ricco signore della regione conosciuto all' epoca come "Il Luigi XIV della Louisiana", acquistò assieme al marito Alex Ferry la St. Joseph Plantation nel 1858 e vi rimase fino al 1877 quando fu venduta all' asta per saldarne i debiti; con l' abolizione della schiavitù, oramai da qualche anno, erano venuti a mancare i presupposti economici per il mantenimento dello stile di vita e dell' economia che reggeva queste proprietà. Nel 1877 la plantation fu comprata da Joseph Waguespack e iniziò un periodo di
nuova prosperità che, grazie ai sui discendenti, è proseguito fino ai giorni nostri. Oggi , la maggior parte delle guide che accompagnano i tour di St. Joseph Plantation, sono membri della famiglia Waguespack e sono orgogliosi di condividere questo parte inestimabile del loro patrimonio. Per questo
motivo la proprietà (ancora in attività per la lavorazione della canna da zucchero) è una delle più integre e meglio conservate della Louisiana, offrendo ai visitatori una quadro perfetto di quello che era la vita e la cultura delle grandi famiglie del Sud nel periodo di massimo splendore, l' epoca dell' "oro bianco", così era chiamato lo zucchero, che ha portato a grandi fortune e rovinosi declini, per non parlare poi della vicenda (ignobile) degli schiavi che sono stati i veri protagonisti, loro malgrado, di questa parte di storia americana.

Orari di apertura : tutti i giorni dalle 10:00 -15:00, chiusa il mercoledì; solo tour guidati, uno ogni ora; il primo alle 10:00 l' ultimo alle 15:00

WHITNEY PLANTATION 5099 Louisiana Highway 18, Wallace, LA 70049

The Whitney Plantation, originariamente conosciuta come Habitation Hydel, è situata a meno di 1 ora di auto da New Orleans, sulla storica River Road nei pressi di Wallace. Ambroise Heidel (1702 circa - 1770), il fondatore di questa piantagione, era emigrato dalla Germania in Louisiana con la madre e i fratelli nel 1721. Iniziò da modesto contadino in un piccolo appezzamento di terra sulla sulla riva orientale del MIssissippi, possedendo un solo maiale.
Col tempo costruì la sua fortuna e nel 1752 Ambroise acquistò l' appezzamento di terreno su cui venne poi venne sviluppata questa piantagione e divenne un ricco proprietario impegnato nella coltivazione di "indigo" (indigofera, pianta principalmente utilizzata per ricavare un colorante naturale per i tessuti, da cui il colore "indaco"). Jean Jacques Haydel (figlio minore di Heidel) convertì la piantagione da Indigo alla canna da zucchero nei primi anni del 1800, e tale restò per i decenni a seguire. Dopo la guerra civile (1867) la piantagione fu venduta a Bradish Johnson, uomo d' affari di New York, che chiamò la tenuta col nome di suo nipote, Harry Whitney.
Nel 1946, nel bel mezzo di uno dei tanti cambiamenti di proprietà, la grande plantation home è stata descritta come "una delle più interessanti in tutto il Sud" da Charles E. Peterson, anziano architetto e pittore paesaggista del Ministero degli Interni degli Stati Uniti. Secondo Jay Edwards, professore di antropologia e storico di architettura alla Louisiana State University, la grande casa padronale della Whiney Plantation è uno dei migliori esempi, sopravvissuti, di architettura spagnola-creola e uno degli edifici in stile creolo più rilevanti in Louisiana. Inoltre, è una delle poche case storiche americane a possedere dipinti murali decorativi sia al suo esterno che al suo interno. La Whitney Plantation è significativa anche grazie al numero di edifici storici che sono stati aggiunti alla proprietà nel corso degli anni, fornendo così una prospettiva unica e importante fonte di studio e di documentazione sull'evoluzione delle plantation homes della Louisiana.
The Whitney Plantation Historic District è iscritto nel Registro Nazionale dei luoghi storici e la Whitney Plantation Home costituisce, per il suo valore storico e architettonico, un modello di riferimento come edificio costruito dagli schiavi africani e dei loro discendenti. Come luogo della memoria e della coscienza, the Whitney Plantation & Museum ha lo scopo di rendere omaggio e giustizia a tutti gli schiavi delle piantagioni del Sud degli Stati Uniti che, loro malgrado, hanno contribuito col lavoro e con le sofferenze, che in molti casi portavano alla morte, allo sviluppo dell' intera regione.

Orari di apertura: tutti i giorni eccetto il Martedi dalle 10:00 alle 15:00
Si possono effettuare solo tour guidati. Si possono pre-acquistare i biglietti on line segliendo la fascia oraria della visita.

Costo dell' ingresso: $ 22 per gli adulti; bambini sotto i 12 anni sono gratuiti

SAN FRANCISCO PLANTATION 2646 Hwy. 44 St. John the Baptist Parish, Garyville, LA 70051

E' senza dubbio una delle proprietà più "opulente" di tutta la Great River Road, e spicca per il suo stile abbastanza singolare. Le origini risalgono al 1827, quando Elisée Rilieux , uomo libero di colore, iniziò a comprare in zona appezzamenti di terra (e schiavi) per stabilire la prima piantagione da zucchero della regione; qualche anno dopo la vendette a Edmond Bozonier Marmillion e il suo partner Eugène Lartigue. Edmond, in debito fin dai primi tempi a causa dei gradi costi di gestione della proprietà, tentò comunque di sviluppare la sua attività acquistando nuovi terreni e schiavi. Gli affari iniziavano ad andare bene ma la moglie di Edmond morì di tubercolosi nel 1843 e nel corso di pochi anni anche sei dei suoi otto figli; nel 1853 Edmond decise di costruire nella proprietà una dimora di prestigio da lasciare ai figli rimasti. Chiamò all' opera architetti e schiavi abili nella lavorazione del legno e artisti che decorarono in maniera vistosa la casa, con soffitti dipinti a mano e finte “marmorizzazioni". A lavoro finito, due anni più tardi, ne venne fuori
un risultato singolare che, da certe “angolazioni”, ricorda addirittura i sontuosi ponti dei battelli a vapore del Mississippi. Edmod morì nel 1856 e la gestione passò al figlio maggiore Valsin che era in Europa, sposato con una nobildonna tedesca, e che pare non prese bene questa successione, dati gli enormi debiti di cui si sarebbe fatto carico. Da una sua frase in cui dichiarava che la tenuta lo avrebbe lasciato "sans fruscins" (senza un soldo in tasca) pare derivi il nome della plantation, poi convertito in St. Frusquin e successivamente in San Francisco dal proprietario che gli succedette nel 1879, Achille D. Bougere, che visse nella tenuta per 15 anni con meglio e due figlie. Dopo l' acquisto di Bougere continuarono i problemi di gestione della proprietà che passò di mano di varie volte fino a quando la famiglia Ory di New Orleans istituì la "San Francisco Planting & Manufacturing Company” nel 1909 e gestì la tenuta per i successivi 50 anni. La proprietà rischiò di essere demolita a causa del sistema di dighe in costruzione , negli anni'30, per arginare le esondazioni del Mississippi, ma per fortuna i residenti e la comunità locali della Louisiana si opposero facendo modificare il progetto e salvando diverse proprietà lungo la River Road. Nel 1954 la famiglia Ory affittò la San Francisco Plantation a Clark Thomson e sua moglie che ne hanno mantenuto l' integrità aprendola anche al pubblico per le visite. Nel 1974 la vedova Clark cedette la proprietà che, passando da due società è approdata finalmente nella San Francisco Plantation Foundation che ne cura la gestione e manutenzione e gestisce l' apertura al pubblico; questo sito è iscritto nel National Register of Historic Places ed è un National Historic Landmark dal 1974 visitato da oltre 100.000 persone ogni anno. Eccellenti tour accompagnati da guide in costume d' epoca fanno scoprire le bellezze di questa dimora attraverso 14 spettacolari stanze all' interno
della manor house, fornite di mobilio e accessori originali.

Orari di apertura : tutti i giorni dalle 9:40 - 16:00 / si visita solo con tour guidati di circa 45 minuti che partono ogni 20 minuti ; il primo tour inizia alle 9:40 l' ultimo alle 16:40 (da novembre a Marzo l' ultimo tour è alle 16:00) / disponibili tour privati su richiesta per gruppi e individuali

Costo dell' ingresso: adulti 15 $ / ragazzi dai 6-17 anni 7 $ / i bambini sotto i 6 anni entrano gratis / gruppi da 15 o più persone 12 $

ESCURSIONI - i nostri suggerimenti

Come già segnalato, riteniamo che il miglior modo per godersi la visita di una o più dimore storiche appartenenti al New Orleans Plantation Country , sia quello di noleggiare un' auto e percorrere la Grat River Road da New Orleans a Baton Rouge, ma per chi non ha molto tempo a disposizione o semplicemente non desidera guidare, indichiamo alcune delle escursioni di gruppo disponibili da New Orleans.

LAURA PLANTATION TOUR

Questo tour è definito dalla Lonely Planet "uno dei top tour storici degli Stat Uniti" e i presupposti ci sono tutti: 12 edifici iscritti nel National Register of Historic Places, costruzione in stile "creolo" tra le più antiche della regione. Nel tour, a cura della Gray Line, è incluso in trasporto a/r da New Orleans, la visita guidata della manor house e tempo a disposizione per vistare il parco e le parti esterne. Durata complessiva, incluso transfer, circa 4h e 30'- Partenza ogni giorno ore 12:00 - IN LINGUA INGLESE

Costo del biglietto: adulti ( + di 12 anni) 60 $ bambini 6-12 30 $

OAK ALLEY PLANTATION TOUR

Una delle più classiche escursioni da effettuarsi a New Orleans, la fantastica Oak Alley Plantation, edificata nel 1839 e che si trova a poca distanza dalla città. Il tour della Gray Line, tra le maggiori società specializzate in escursioni e sightseeing tour delle città in tutti gli USA, è effettuato ogni giorno
con partenza in pullman alle 12:00 da New Orleans ed ha una durata complessiva, incluso il tempo del trasferimento di andata e ritorno, di circa 4 h e 30'. IN LINGUA INGLESE

Costo del biglietto: adulti (+ di 12 anni) 60 $ - ragazzi fino a 12 anni 30 $

© 2018 - Be Travel USA - Design and Powered by BluMade - All rights reserved | Be Travel USA è parte di Blueteam Travel Group