MISSOURI

CAPITALE Jefferson City
NICKNAME "The Show Me State"
STATO FEDERALE dal 1821

Informazioni dettagliate (in lingua inglese) sono disponibili sul website del MISSOURI DIVISION OF TOURISM

Il Missouri è la congiunzione tra "South" e "West"; in questo stato che geograficamente appartiene al midwest, convivono sia lo spirito avventuroso e preparato al cambiamento tipico degli stati di "frontiera", che il forte legame al passato e alle tradizioni, dei territori del profondo sud degli Stati Uniti. E' attraversato dal fiume Missouri (da cui ha preso il nome) da est a ovest, lungo il cui corso si trovano le città più importanti, Saint Louis e Kansas City e lungo il suo confine orientale scorre il Mississippi. I due più importanti fiumi d' America hanno condizionato, e lo fanno tutt' ora, la storia e l' economia dello stato; fu sul Mississippi , poco lontano Saint Louis, che partì nel 1804 il leggendario viaggio di Lewis e Clark verso l' inesplorato Ovest. Il Missouri è attraversato anche da un' icona americana, la Route 66 che da Saint Louis prosegue fino a Springfield uscendo poco dopo Joplin verso il Kansas.

Da non perdere

SAINT LOUIS
Senza dubbio una visita dello Stato del Missouri non può prescindere dal visitare la sua città più importante, Saint Louis (St. Louis) che non è la capitale, al cui ruolo, come stesso capita, è stata insignita una città meno famosa, ma storicamente significativa come Jefferson City. Il nome della città fu dato in onore di Luigi IX, Re di Francia nel secolo XIII, e ricorda come questi territori facessero parte dei possedimenti coloniali francesi, prima dell' acquisto dei vasti territori della Louisiana da parte degli Stati Uniti nel 1803. Fondata a fine '700 è stata per molto tempo un avamposto di frontiera; alle porte della città parti la leggendaria spedizione verso ovest, lungo il Mississippi e Missouri di Lewis e Clark nel 1804. A inizio '900 ebbe un forte sviluppo che la portò ad ospitare l' Esposizione Universale nel 1903 e i Giochi Olimpici nel 1904 (per volere del Presidente Theodore Roosevelt).

Simbolo indiscusso della città è l' imponente Gateway Arch conosciuto anche come "Gateway to the West"; è stato infatti eretto , tra il 1963-1965, nel luogo in cui partì la spedizione di Lewis e Clark verso i territori dell' allora inesplorato "West". Alto 192 metri (accessibile alla sua sommità tramite ascensori) , posto sulle rive del Mississippi, si tratta di un' opera imponente e al contempo elegante, progettata dal noto architetto Finlandese Eero Saarinen. In quest' area della città, che va sotto il nome di Jefferson National Expansion Memorial ed è controllata dal Natioanl Park Service, si trovano anche il Museum of Westward Expansion (al momento chiuso per una radicale ristrutturazione che lo vedrà riaprire nel 2017) e l' Old Courthouse , l' antico Tribunale di Giustizia edificato in stile "federale", completato nel 1828.

A parte questa tappa obbligata nel Jefferson Expansion Memorial per chiunque visiti St. Louis anche per poche ore, ci sono numerose altre attrazioni da suggerire a chi ha più tempo a disposizione, come ad esempio gli spettacolari Missouri Botanical Garden , o la Cathedral Basilica of St. Louis che pur essendo completata solo nel 1914, rappresenta un raro esempio (in territorio statunitense) di "basilica" cristiana, costruita rispettando i principi architettonici che vedevano questi edifici progettati con più navate e soprattutto canonizzata col titolo di basilica dal Papa Giovanni Paolo II nel 1997. Altra icona cittadina, per gli amanti del genere , è il St. Louis Zoo, enorme e ad accesso libero; interessante e degno di visita il Civil War Musem, ricco di reperti sulla storia della Guerra di Secessione americana. Merita altrettanto la visita il Fox Theatre , costruito nel 1929 dal "pioniere" dell' industria cinematografica William Fox, che ha poi creato la leggendaria Fox Corporation. Nei primi anni di vita questa spettacolare sala (conosciuta un tempo anche col nome di "Faboulous Fox") costruita con molte influenze "esotiche" nei suoi arredi, seguendo anche una certa moda dell' epoca, è servita per le proiezioni di film e solo in tempi più recenti è passata a rappresentazioni teatrali in perfetto "stile Broadway". Il teatro, ristrutturato nel 1982, è tutt' ora in attività e ha un ricco cartellone annuale di spettacoli. La città possiede anche il proprio "Louvre" e si tratta del Saint Louis Art Museum, fondato nel 1881, raccoglie nei tre piani dell' edificio storico oltre 30.000 opere d' arte, dall' antichità ai giorni nostri. Grazie agli oltre cinquecentomila visitatori l' anno e alle numerose collezioni itineranti ospitate al suo interno, il Saint Louis Art Museum è considerato tra i più importanti degli Stati Uniti. Una sosta sicuramente da fare per le famiglie è The Magic House, un museo interattivo dedicato interamente ai bambini; sullo stesso stile come "interattività" il City Museum , vero "parco giochi" , così come è molto apprezzato dai ragazzi, anche se non è nato solo per questo scopo, il St. Louis Science Center . Di tutto altro genere il Kemp Auto Museum che offre agli appassionati di motori una straordinaria storia delle auto europee, con una delle collezioni storiche più vaste al mondi di Mercedes.

​Tra gli edifici storici presenti in città sono degni di interesse la Campbell House Museum, edificio vittoriano del 1851 perfettamente restaurato e ricco di oggetti e arredi d' epoca e, sotto la gestione del Missouri State Park, si trova la casa di Scott Joplin, il padre del "ragtime" , particolare stile "sincopato" di suonare il pianoforte, divenuto la "colonna sonora" degli anni fra la fine dell' 800 e i primi decenni del '900; qui passò alcuni anni della sua vita tra il 1901 e il 1903 e la casa riporta ampia testimonianza della sua musica.

St Louis ha la fortuna di avere ampi spazi verdi , ampiamente vissuti dai suoi abitanti. Uno fra tutti il Forest Park , uno fra i più vasti parchi urbani degli Stati Uniti (molto più vasto di Central Park...) che ospitò nel 1904 l' Esposizione Universale e attrae ogni anno oltre 13 milioni di persone con chilometri di piste ciclabili e percorsi jogging, campi per varie attività sportive, presenza costante di numerosi eventi musicali, esibizioni di arte, oltre essere l' area in cui si trovano diverse delle attrazioni sopracitate come l' Art Museum, lo Zoo, lo Science Center e altre ancora. Sempre in quest' area si trova anche The Muny, il più grande anfiteatro (outdoor) per eventi musicali di tutti gli Stat Uniti.

Per lo shopping la città ha come riferimento la centrale arteria Market Street su cui si affacciano i principali edifici (punto cruciale per muoversi a St. Louis) e per passare una straordinaria serata di sicuro da non mancare è il Delmar Loop, nella parte ovest della città; sei isolati di piccoli negozi, locali e ristoranti. Delmar Boulevard ha anche una sua "Walk of Fame" , sullo stile di quella di Hollywood, le cui stelle sul marciapiede sono dedicate alle persone celebri nella storia di St. Louis. E' considerata una delle più importanti e vivaci strade d' America, ospitando anche edifici di rilievo come The Pageant Theatre , sala da oltre 2000 posti che ospita importanti esibizioni musicali, show stile Broadway e di danza moderna e lo storico Tivoli Theatre . Il simbolo del quartiere è sicuramente il Blueberry Hill . Locale aperto nel 1972 da Joe e Linda Edwards quando il loop era poco più che una desolata e fatiscente area della città; ma passo dopo passo il locale ha preso vita prima come punto di riferimento per l' ottimo cibo "americano" come hot dog e hamburger e poi , dal 1985 con l' apertura di una sala per musica dal vivo (Elivis Room), anche come icona cittadina per qualunque cantante o gruppo (emergente o meno...) che volesse esibirsi dal vivo a St. Louis...La definitiva consacrazione del locale avviene nel 1997 con l' apertura della Duck Room inaugurata da Chuck Berry , il "Padre del Rock & Roll", che al Blueberry si è poi esibito centinaia di volte, in un intimo spazio per poco più di 300 persone. Tutti i più grandi artisti sono passati da qui e le pareti sono piene di foto del proprietario Joe Edwards assieme alle celebrità che hanno, anche solo frequentato come clienti, il locale. Uno stop immancabile in città.

Per gli amanti degli sport (americani) la città offre il meglio: gli 11 volte "World Champion" St. Louis Cardinal di baseball che giocano al Busch Stadium, i St. Louis Blues di hockey che in inverno solcano il ghiaccio dello Scottrade Center ; i St. Louis Rams di football hanno giocato la loro ultima partita all' Edward Jones Dome il 3 Gennaio 2016 e sono "tornati" a Los Angeles, in cui la squadra storicamente aveva origine lasciando momentaneamente St. Louis senza una squadra di football professionistico.

Contattateci per informazioni sui calendari sportivi e acquisto dei biglietti.

​La scena musicale di St. Louis è altrettanto vivace di quella sportiva. Numerosi i locali e club in cui si esibiscono band musicali locali e internazionali. The Pageant è uno degli spazi per musica live più
conosciuto in città e non solo con un ricco calendario in programma. Per eventi più importanti viene utilizzato il già citato Scottrade Center o il Verizon Wireless Amphitheatre Tra i locali che servono anche ottimo cibo oltre che intrattenimento musicale (con particolare predilezione per il country /country-rock anche se Chuck Berry si è esibito centinaia di volte nel locale...) spicca una vera istituzione in città, il già citato Blueberry Hill . Non mancano poi i locali dall' atmosfera più intima come il Jazz At The Bistro o noti blues club come il BB' s Jazz , Blues & Soups e il Broadway Oyster Bar .

KANSAS CITY
​E' la più estesa città del Missouri, e tra le le maggiori metropoli degli Stati Uniti sia come estensione che come popolazione. Fondata nel corso dei prima anni 30' dell' '800 come porto fluviale alla confluenza tra i fiumi Missouri e Kansas . Chiamata inizialmente solo con l' appellativo "Kansas", presto venne rinominata Kansas City per ditinguerla dagli allora "Kansas Territory" al di là dell' omonimo fiume. Come per il resto dello stato, i primi esploratori europei furono francesi e lo stesso i primi insediamenti della regione. Dopo la cessione dei terrori da parte della Francia agli Stati Uniti e successivamente all'esplorazione di Lewis & Clark che evidenziò l' importanza strategica della zona, arrivarono i primi insediamenti intorno al 1831 da parte di una comunità di mormoni provenienti da New York e successivamente la costruzione del vero e proprio porto fluviale da cuoi ha preso vita la città. La sua posizione , in uno snodo cruciale di comunicazione sia fluviale che terrestre (non lontano dai primi insediamenti passava il Santa Fe Trail) ha permesso lo sviluppo costante e progressivo fino ad oggi, conferendole lo status città di rilievo negli Stati Uniti e tra le più importanti nell' area del Mid-West).

Tra le attrazioni cittadine sicuramente da non mancare l' Arabia Steamboat Museum, uno dei mitici battelli a pale a vapore che solcavano il Mississippi e i suoi affluenti nell' '800, inabissatosi nel 1856 e rimasto nascosto per 132 anni. Ritrovato nel 1988 ha motivato la costruzione di un museo che dal 1991 ha reso possibile far conoscere la storia di questa imbarcazione alquanto affascinante. Innumerevoli e pregiati gli oggetti riportati alla lux e che ora fanno parte della collezione del museo che ripercorre una vera epopea, quella della navigazione fluviale, che ha reso ancor più affascinante quel periodo storico lungo le regioni attraversate dal "Nilo" d' America, il Mississippi River. Restando in tema musei merita attenzione anche il National War I Museum and Memorial , un' importante esposizione con annesso memoriale, che ripercorre in maniera anche interattiva la storia della Prima Guerra Mondiale, in particolar modo dal punto di vista degli Stati Uniti che vi presero parte. Per la completezza e rilevanza del museo il Congresso degli Stati Uniti ha designato questo museo come quello di riferimento , in America, in relazione alla "Grande Guerra". Non manca poi la parte dedicata all' arte in città con il Nelson- Atkins Museum of Arts ricco museo di arte che accoglie collezioni da ogni parte del mondo e di varie epoche, particolarmente apprezzata la sezione asiatica, e lo straordinario Kauffman Center for the Performing Arts, che già dal punto di vista architettonico vale la visita ed accogli spazi espositivi sia dedicati alle arti visive che alla musica. Hanno sede qui la Kansas City Symphony e il Kansas City Ballet.
Una segnalazione va anche al particolarissimo National Museom of Toys Nad Miniatures sicuramente apprezzato dai bambini ma anche dagli adulti (collezionisti) che qui troveranno una vastissima esibizione di giocattoli e miniature d' epoca provenienti da tutto il mondo. Infine è consigliata la visita di Union Station che, oltre essere una vecchia stazione ferroviaria del 1914 perfettamente restaurata, offre al suo interno un interessante museo della scienza oltre che negozi e ristoranti.

La città offre ovviamente anche numerose possibilità di shopping, locali e ottimi ristoranti. Punto di riferimento sicuramente la Country Club Plaza, oltre 15 isolati con 150 negozi dei marchi più prestigiosi, area disegnata nel 1922 come "shopping district"; altra immancabile sosta è quella del City Market che con oltre 150 anni di storia rappresenta uno dei più storici "mercati pubblici" della nazione oggi arricchito da numerosi negozi e occasioni e ristoranti. Infine l' ultima e più eclettica area cittadina, in netta ascesa, è quella del Crossroards Art District : negozi alla moda, gallerie d' arte, ottimi ristoranti e locali per passare un' eccellente serata sono il biglietto da visita di questo quartiere. In fatto di ristorazione segnaliamo una vera icona cittadina : i' Arthur Bryant's BBQ fondato negli anni '20 continua ad essere un punto di riferimento frequentato soprattutto dai "locals" ed offre tra i migliori barbecue di tutto il Midwest.

BRANSON
La cittadina di Branson , nel sud ovest dello stato, si vanta di essere "la capitale dell' universo della country music"; ovviamente non vuol mettersi in concorrenza con Nashville ma sono comunque milioni i visitatori che vi arrivano ogni anno, la maggior parte interessata a questo genere musicale che viene ben rappresentato nelle decine di locali che si trovano lungo la sua "Strip", la 76 Country Music Boulevard che offre oltre 100 music show tra cui scegliere...niente da invidiare a Las Vegas! Un' attrazione consigliata per chi visita Branson , oltre che per la musica, è sicuramente la Branson Scenic Railways, ferrovia storica che attraversa il bellissimo altipiano di Ozark (The Ozarks) offrendo allo stesso tempo un' ottima opportunità di godere di un ottimo pranzo o cena, a seconda degli orari, servito a bordo. Infine non manca il parco a tema sullo stile Disneyland: Silver Dollar City; si tratta in realtà di più attrazioni combinabili tra loro come White Water, parco acquatico che offre scivoli, piscine e giochi d' acqua o la replica dei mitici battelli a vapore, Showboat Branson Belle , che opera da oltre venti anni offrendo ottimo cibo e intrattenimento musicale lungo il le acque del Table Rock Lake e infine l' attrazione che da il nome a tutto: Silver Dollar City. Al suo interno si trovano montagne russe, giostre per grandi e piccoli e numerosi spazi per musica live, soprattutto country. Si svolge qui ogni anno, tra Settembre e Ottobre, il National Harvest & Cowboy Festival , un intero mese in cui si celebra uno stile di vita che ancora è ben saldo nel tessuto sociale americano.

SPRINGFIELD
Non lontano da Branson si trova la vivace Springfield, città che ha una vita sociale e attiva e ricca di eventi e interessanti attrazioni storico-culturali come il Gillioz Theatre ,teatro del 1926 perfettamente restaurato che offre ancora un ricchissimo cartellone di spettacoli. E' sufficiente passeggiare per il downtown cittadino, con negozi, bar, pub e ristoranti per apprezzare la vivacità di Springfield ; interessante il panorama di "microbreweries" e piccole cantine vinicole e uscendo appena fuori dalla città sono innumerevoli le attività "outdoor" possibili e lo stesso le trazioni da visitate come il Wilson's Creek National Battlefield che testimonia la storia di una delle più grandi battaglie della Guerra Civile Americana.

HISTORIC SAINT CHARLES
Appena ad ovest di St. Louis si trova questo gioiello di cittadina storica ricca di edifici di rilevante valore storico come il First Missouri State Capitol, edificio in mattoni rossi in perfetto "stile federale" che ricorda quando St. Charles fu la prima capitale del Missouri dal 1821 al 1826 ed al contempo fu la città in cui è vissuto l' eroe americano Daniel Boone negli ultimi anni della sua vita. Vale sicuramente la visita l' Historic Daniel Boone Home & Heritage Center. La Main Street è interamente "Nationally Registered Historic District" , oltre 10 isolati di edifici ottocenteschi che oggi ospitano boutique, graziosi negozi, pub e ristoranti , tutti affacciati sulla strada più importante della città o le sue piccole traverse, sapientemente illuminate con i vecchi lampioni a gas.

JEFFERSON CITY
Oltre che la capitale dello stato, Jefferson City è stata nominata, dall' autorevole editore statunitense di cartine e guide turistiche Rand Mc Nelly, la "la più bella cittadina (small town) d' America". Numerosi ed interessanti gli edifici degni di nota come appunto lo State Capitol in stile "Classic Revival" o il Governor's Mansion, splendido edificio del 1871, o l'imponente Missouri State Penitentiary, del 1836, oramai solo museo ma un tempo uno dei più grandi penitenziari di tutti gli Stati Uniti. E' piacevole anche semplicemente passeggiare tra le strade del centro storico cittadino che offrono un' ampia scelta di negozi, ristoranti e locali per passare piacevolmente una serata.

​Tra i siti storici degni di nota, sparsi un po' ovunque nel territorio del Missouri segnaliamo il Mark Twain Boyhood & Museum presso Hannibal, luogo in cui il grande scrittore americano visse dai 7 ai 18 anni, o l' Harry S. Truman Library & Museum, a Independence, in cui si trova un' interessante replica dello studio ovale del Presidente presso la Casa Bianca ed il vicino Harry S. Truman National Historic Site in cui visse la famiglia del Presidente dal 1919 fino alla sua morte nel 1972. Infine un' icona americana, anche se è stato un dei più famigerati fuorilegge, Jasse James, è vissuto presso St. Joseph per un periodo e in questa casa-museo fu ucciso da Bob Ford nel 1882. L' abitazione fa parte degli edifici gestiti dal Patee House Museum che ripercorre un' importante storia del "selvaggio West" con una ricca collezione di pezzi (bellissime diligenze e carri dei pionieri) con particolare attenzione al servizio del Pony Express che su questa rotta verso ovest passava.

THE OZARKS
La natura è un' aspetto importante del Missouri; l' Altopiano di Ozarks (semplicemente "The Ozarks") è la più vasta regione montuosa tra gli Appalachi e le Rocky Mountains; raggiunge difficilmente gli 800 metri di altitudine e interessa anche gli stati di Arkansas, Oklahoma e Kansas. I paesaggi offerti da questa regione sono la perfetta cartolina dell' America rurale e offrono numerose opportunità di godere di attività all' aria aperta, in particolare seguendo le sue "via d' acqua" come nel National Scenic Riverways , il primo National Park che protegge un' intero sistema fluviale che vede nel Current e nel Jacks Fork River i due principali protagonisti , o il Lake of the Ozarks ampio specchio d' acqua situato nella parte centrale dello stato. Le attività principali in queste regioni sono la canoa e il kayak ma anche il trekking dato che sono percorse dal famoso sentiero escursionistico Ozarks Trail . Degne di nota anche le spettacolari Meramec Caverns, complesso di grotte calcaree molto vasto all' interno della regione degli Ozarks, un tempo rifugio preferito della banda di Jesse James.

LA ROUTE 66
​Una parte significativa dal punto di vista dell' interesse storico, culturale e turistico verso il Missouri la fa sicuramente la Historic Route 66 che attraversa tutto lo stato da nord-est a sud-ovest passando da St. Louis e proseguendo su Stanton, Cuba, Lebanon , Springfield e Joplin, con un susseguirsi di vecchie pompe di benzina, motel e curiose attrazioni che facevano di questa strada la "Mother Road" d' America fino all' avvento delle grandi arterie stradali a più corsie (fine anni '60 inizio '70) . Ma la Route 66 non è scomparsa, anzi, sta riscuotendo più che mai interesse da parte di appassionati che preferiscono seguire la filosofia del viaggio fatto lentamente, godendo di ciò che offre il percorso. Per ulteriori informazioni vedi ROUTE 66

​Hotel & lodging - la nostra selezione

Tra le innumerevoli possibilità di alloggio che possiamo proporre in ogni angolo degli Stati Uniti, dal motel più semplice al resort più esclusivo, abbiamo selezionato alcune sistemazioni particolari come "Historic Hotels of America", Country Inn, boutique hotel , Bed & Breakfast , design hotel o comunque strutture dall' ottimo servizio e accurata gestione, con spiccata personalità, che possono davvero rendere l' esperienza del viaggio memorabile.

MOONRISE HOTEL (****) 6177 - Delmar In The Loop - St. Louis MO, 63112

Questo boutique/design hotel, inaugurato nel 2009, si trova in una delle aree più vibranti per la concentrazione di negozi, ristoranti e locali per passare un ottima serata, ovvero il "The Loop". Classifcato "Four Diamonds" dalla AAA, questo hotel ha 125 camere di tre tipologie (superior con letto king o 2 queen, Jacuzzi con idromassaggio, "Walk of Fame Suite); tutte sono arredate con gusto con particolare attenzione al design e ben accessoriate. Ottimo il roof sul tetto che nella bella stagione è location perfetta per un drink e trascorrere la serata. Di effetto , con colori vivaci e arredi di design le parti comuni; business center 24h, internet ad alta velocità gratuito, fitness center e valet parking. L' hotel è "pet friendly". Ottime le opzioni per gustare l' ottima cucina locale come il ristorante Eclipse che serve piatti di cucina americana contemporanea, aperto a colazione, pranzo e cena o l' Eclipse Lounge per ottimi cocktail e stuzzichini e il Rooftop New Moon Room per piccoli appetizer e splendida vista , sia outdoor che indoor e naturalmente il già citato roof.

​Price range: a partire da 116 $ a camera (doppia) a notte* - solo pernottamento

THE CHASE PARK PLAZA (*****) 212 N. Kingshighway - St.Louis MO, 63108

Monumentale "Historic Hotels of America", questo Four Diamonds ha la caratteristica di condividere in un unica location due pezzi di storia della città: il Chase Hotel, inaugurato nel 1922 e il Park Plaza Hotel, aperto nel 1931 da un importante nome della hotellerie americana come Sam Koplar che acquistò anche il Chase dopo esserne stato il general manager. Gli anni '50 sono stati il periodo di massimo splendore per l' Hotel in quanto ha ospitato nella sua "Chase Club" le big band dell' epoca con Frank Sinatra, Dean Martin e Bob Hope che hanno contribuito a crearne la grande fama. Nel 1956 ha ospitato il concorso di Miss America e vari altri avvenimenti mondani si sono susseguiti. La famiglia Koplar vendette la proprietà nel 1982; il Park Plaza fu convertito in appartamenti di lusso mentre il Chase continuò ad operare come hotel ma cadde in rovina fino al punto che, nel 1997, un gruppo di investitori locali decise di riportarlo agli antichi splendori riaprendolo, dopo una radicale ristrutturazione, nel 1999. L' hotel ha 251 camere suddivise in varie tipologie di cui ben 7 categorie di suite; ci sono poi 51 spettacolari e accessoriatissmi appartamenti per gli ospiti con necessità di lunghi soggiorni o maggiore spazio. Sono 4 gli ottimi ristoranti a disposizione dei clienti tra cui spiccano Eau Bistrò, cucina americana contemporanea, e The Tenderloin Room, per un esperienza più sofisticata. Non macano una SPA , il fitness center, una straordinaria piscina all' aperto e un cinema con 5 sale, collegato direttamente con la lobby, che fanno di questo hotel un' esperienza unica.

Price range: a partire da 179 $ a notte* a camera (doppia) - solo pernottamento

MAGNOLIA HOTEL (****) 421 N. 8th Street - St. Louis MO, 63101

Hotel centrale nato nel 1924 col nome di Mayfare, ha subito negli anni vari cambiamenti rimanendo un punto di riferimento in città tra gli hotel storici; nato dalla tradizione dell' hotellerie europea di Charles Heiss ha ospitato diverse personalità durante la sua lunga vita tra cui l' attore Cary Grant, a cui è dedicata una suite, e i presidenti americani Truman e Johnson. L' hotel è stato rinnovato più volte pur mantenendo il suo charme di altri tempi. E' inserito dal 1979 nel National Register of Historic Places. Le sue 182 camere di diverse tipologie, tra cui alcune splendide suite, sono arredate con stile che coniuga design moderno e gusto retrò; accessoriatissime con Wi-Fi gratuito. Due ottimi ristoranti, ampi spazi meeting e la location centrale completano il quadro di questo splendido "Four Diamonds".

​Price range: a partire da 154 $ a notte* a camera (doppia) - solo pernottamento

THE RAPHAEL HOTEL (****sup) 325 Ward Parkway, Kansas City MO, 64112

Questo Four Diamonds (classificazione AAA) che è anche un Historic Hotels of America, è di proprietà del gruppo Marriott, inserito nella "Autograph Collection". Risale al 1927 , costruito in stile "Italian
Renaissance Revival", è nato come edificio di appartamenti prvati e solo nel 1975, dopo una radicale ristrutturazione, ha aperto come hotel. L' idea fu quella di creare un hotel dallo charme europeo, in totale controtendenza per quegli anni; ha 126 camere di ben 7 differenti tipologie, tra cui molte suites. L' arredamento è classico ed elegante, ma con tutti gli accessori necessari per il massimo comfort degli ospiti come hi-fi gratuito e I-Pod docking station, oltre le classiche amenities. All' interno del Rapahel si trova l' ottimo ristorante Chaz on the Plaza, molto apprezzato anche dai locali per la squisita cucina americana contemporanea, accompagnata spesso da musica dal vivo (jazz).

Price range: a partire da 259 $ a camera (doppia) a notte* - solo pernottamento

AMBASSADOR HOTEL (****) 1111 Grand Boulevard, Kansas City MO 64106

Four Diamonds della "Autograph Collection" di Marriott, situato nel cuore del downtown cittadino. Si tratta di un vero boutique hotel, arredato con gusto classico ma ben attento al design più ricercato;
composto di sole 43 camere, di varie tipologie tra cui le suite, tutte accessoriatissime incluso Wi-Fi gratuito e docking station per smarthphone. Dispone di parcheggio privato e servizio valet parking , e
servizio shuttle gratuito per raggiungere le zone più importanti della città. Al suo interno si trova l' ottimo ristorante "Reserve" che è stato tra i più innovativi ed apprezzati a Kansas City, con un importante lista di vini. L' hotel è dotato di spazi molto curati per piccoli meeting o matrimoni (fino a 90 ospiti). La sua perfetta location e l' eccellente rapporto tra la qualità offerta, ai massimi livelli, ed il prezzo, ne fanno una scelta eccellente , soprattutto per le coppie che apprezzeranno la dimensione "intima" di questo hotel.

​Price range : a partire da 269 $ a notte* a camera (doppia) - solo pernottamento

HOTEL GRAND VICTORIAN (***) 2325W Hwy 76, Branson MO , 65616

Hotel dal look quasi vittoriano, anche se si tratta di una struttura recente, collocato nella vivace Branson, sosta ideale per gli appassionati di musica (Branson è una "mini-Nashville") e del divertimento grazie anche ai parchi tematici di Silver Dollar City. L' hotel è composto da 151 camere di 5 tipologie diverse, incluse le suite, offre una piscina all' aperto, gradevoli spazi comuni, Wi-Fi gratuito e colazione inclusa nella tariffa della camera, nochè tè e biscotti offerti agli ospiti nel pomeriggio. Ampio spazio parcheggio per l' auto e location ideale per raggiungere velocemente le varie attrazioni di Branson.

Price range: a partire da 115 $ a camera (doppia) a notte* - con colazione

THE BRANSON HOTEL (***sup) 214 W, Main Street, Branson MO 65616

Questo piccolo ed elegante hotel fu costruito nel 1903 per stare al passo con il progresso che vedeva anche la ferrovia passare da Branson, ed ha rappresentato un punto di ritrovo importante per
personaggi e personalità della città. La sua location, a pochi passi dal downtown cittadino, è perfetta per la visita delle attrazioni locali. La struttura è stata ristrutturata da poco riprendendo il nome originale (era stata per un po' di tempo "Branson Bed & Breakfast Inn") ma mantenendo intatto lo charme è lo stile delle origini, inclusi alcuni dettagli di mobilio e accessori storici, integrati sapientemente da pezzi di arredo più recenti. Le 9 camere sono una diversa dall' altra e tutte con uno stile particolare che si ispira certamente al country (d' altronde Branson è famosa per questo...) - Non mancano gli accessori più moderni per il comfort degli ospiti (TV a schermo piatto, I-Pod docking station).

Price range: a partire da 149 $ a camera (doppia) a notte* - solo pernottamento

* I PREZZI DEGLI HOTEL SONO AL NETTO DELLE TASSE LOCALI (che cambiano in ogni Stato) e SONO DA RITENERSI INDICATIVI in quanto le tariffe variano con la tipologia di camera , stagionalità, weekend, festività o eventi particolari. Il prezzo più basso si riferisce alla CATEGORIA BASE di
camera in “low season”, il più alto alla stessa categoria in “high season”. Quotazioni esatte , con le migliori tariffe e offerte disponibili sul momento, già comprensive delle tasse locali , verranno fornite con la costruzione del preventivo dettagliato di viaggio. LE TARIFFE SONO ESPRESSE IN U.S. DOLLARS.

© 2018 - Be Travel USA - Design and Powered by BluMade - All rights reserved | Be Travel USA è parte di Blueteam Travel Group