NASHVILLE

Informazioni dettagliate sulla città (in lingua inglese) sono disponibili presso il website del NASHVILLE CONVENTION & VISITORS CORPORATION

La musica è il fulcro di Nashville, dove la gente non si limita a discutere di canzoni ma vive intensamente questa forma di arte in ogni momento della giornata. Anche per i visitatori da tutto il mondo, appassionati di musica country o aspiranti cantautori, la città rappresenta una sorta di "pellegrinaggio" obbligato da fare almeno una volta (meglio se più di una...) nella vita. Fin dagli anni '20 del secolo scorso Nashville ha attirato musicisti che hanno reinterpretato il genere country passando dall' "hillibilly" dei primi del '900 al più sofisticato "Nashville Sound" degli anni '60 per approdare a un country con addirittura influenze punk degli anni '90. Nashville offre molte attrattive , dalla Country Music Hall of Fame, alla Grand Olè Opry House, passando per rustici ma inperdibili "blues bar", non mancando di visitare i suoi edifici storici o assistere a grandi eventi sportivi. La popolazione è accogliente, c' è una vivace comunità universitaria, uno squisito pollo fritto (da buona tradizione del Sud) e l' atmosfera unica di città in perenne fermento.

STORIA
Originariamente abitata dai nativi di ceppo algonchino, la regione lungo le coste del Cumberland River vide l' approdo degli europei per la prima volta nel 1779, che la chiamarono Fort Nashborough (il nome anglosassone fu americanizzato in ville cinque anni più tardi). Il leggendario Daniel Boone in quegli anni (1775) portò a termine la sua "Wilderness Road", un' importante sentiero tra le montagne che consentì una consistente migrazione di persone oltre gli Appalachi dalle regioni della Virginia, North e South Carolina e dagli altri stati del nord-est, iniziando la colonizzazione permanente di questi territori.

Nashville si sviluppò rapidamente come centro commerciale e manifatturiero; dal 1806 ebbe uno statuto e fu nominata capitale dello stato nel 1843. Fu strategica per la sua posizione durante la Guerra Civile ed è stata teatro di importanti scontri a fuoco (battaglia di Nashiville, 1864). Fra i suoi cittadini dell' epoca ha avuto Andrew Jackson (presidente degli Stati Uniti dal 1829 al 1837 e senatore durante la guerra); fu nominato governatore militare, permise l'occupazione da parte dei lealisti dell'Unione e impose a Nashville la legge marziale dal 1862 al 1865, misura che le consentì di mantenersi intatta. La rinascita vera e proprio dopo la fine del conflitto fu ostacolata da due grandi epidemie di colera ma nel 1897, la città ospitò la Centennial Exposition per la quale venne allestita la ricostruzione del Partenone greco visibile ancora oggi. Fu il segno della rinascita di Nashville. La famiglia Maxwell, imprenditori del caffè, diede un forte impulso economico alla città con la loro attività nei primi del '900 (ancora è ben conosciuto il brand "Maxell House Coffee") ma alla fine Nashville fu conosciuta nel mondo per l'enorme popolarità del suo "Barn Dance", in seguito chiamato "Grand Olè Opry", uno dei primi programmi trasmessi in diretta radiofonica a partire dal 1925, che diffondeva la musica country , arrivando in tutti gli stati del sud-est. Il successo fu tale che la città fu rapidamente proclamata "Capitale Mondiale della Musica Country" e lungo la Music Row iniziarono a sorgere studi di registrazione e compagnie discografiche.

Negli anni '60 Nashville vide il nascere dei movimenti di protesta contro la segregazione raziale; gli studenti della Fisk University , per soli neri, indissero manifestazioni di sit-in presso i ristoranti del centro, incoraggiarono il boicottaggio economico e marciarono sul municipio per chiedere la fine della segregazione. La loro protesta non violenta fu un modello e un catalizzatore per il tutto il movimento dei diritti civili nel Sud. Dagli anni '70 la città sviluppò ulteriormente l' industria musicale; la Gaylord Entrerprises fondò l'impero di Oprylandia e praticamente "inventò" l' industria turistica basata sulla musica country trasferendo il Grand Ole Opry nella odierna nuova sede, ristrutturando il Ryman Auditorium, istituendo un servizio di traghetti e dando vita a una rivitalizzazione economica delle sponde cittadine del fiume, i cui risultati sono ben visibili anche oggi.

PRINCIPALI ATTRAZIONI
Il centro di Nashville è piccolo e piacevole da visitare; sono sorti numerosi nuovi edifici nelle immediate vicinanze dei palazzi e delle strade storiche (in realtà poche ma ben conservate) ma questo non ha alterato il piacevole equilibrio fra antico e moderno della città. All'estremità occidentale del centro si trova il palazzo del governo (State Capitol) del 1845, costruito in stile neo-ellenico e accessibile al pubblico per le visite. Sul retro c' è una scalinata che scende al Tennesse Bicentennial Mall le cui mura esterne sono decorate da dipinti che narrano la storia dello Stato; poco più avanti si arriva al mitico Farmers Market , niente altro che l' importante mercato ortofrutticolo cittadino che ci riporta alla vocazione rurale del Tennessee vale sicuramente la visita , offrendo ottime occasioni per un pranzo veloce scegliendo tra gli innumerevoli rivenditori di prodotti tipici locali.

Nel west end cittadino c' è il Centennial Park in cui sorge una riproduzione a grandezza reale del Partenone di Atene, edificata negli anni '30, e che ospita un museo con collezione di dipinti americani; lì vicino sorge anche la prestigiosa Vanderbilt University fondata nel 1883 dal famoso magnate delle ferrovie Cornelius Vanderbilt. E' frequentata da oltre 12.000 studenti e si estende per una superficie di 130 ettari.
Il cuore del centro storico di Nashiville è il "District", in particolare la 2nd Avenue, in cui si trovano gli edifici vittoriani in mattoni e ghisa costruiti tra il 1870-1890 (un tempo magazzini del cotone), oggi ricca di locali (uno fra tutti il Wildhorse Saloon) ristoranti e bar. Il Printers Alley , sempre nel District, è un vicolo stretto e acciottolato che era celebre per la sua vita notturna fin dagli anni '40. Non può mancare nella visita di Nashville una passeggiata lungo il Cumberland River dove si estende il Riverfront Park e vale la sosta il Fort Nashborough che è la perfetta ricostruzione, avvenuta negli anni '30, del primo avamposto della città della fine del 1700.

Rientrando dal fiume verso il centro cittadino, arrivati nella 5th Avenue, troviamo la "mecca" per tutti gli appassionati di musica country (e non solo), ovvero il Country Music Hall of Fame . Al suo interno si possono ammirare decine di cimeli come la chitarra di Johnny Cash o la Cadillac dorata di Elvis Presley, ripercorrere la storia di questo genere musicale (strettamente connesso alla tradizione rurale del Sud) attraverso la visione di fotografie e l' utilizzo di schermi interattivi e ascoltare musica proveniente dallo sterminato archivio della Country Music Foundation. Ogni anno vengono eletti nuovi artisti da inserire nella leggenda: i primi, nel '61, furono Jimmy Rodgers e Hank Williams. Altra tappa obbligata, sempre sulla 5th Avenue, il Rayman Auditorium , che ha ospitato il Grand Ole Opry per oltre trent'anni (e lo fa ancora tra novembre e marzo) e ha visto esibirsi i più grandi della musica del XX secolo, da Elvis a Bob Dylan . Il capitano di fiume Thomas Ryman costruì l'enorme edificio di mattoni con il tetto a due spioventi nel 1890, destinandolo alla musica spiritual, ma dopo la sua morte nel 1904 la sala si aprì a spettacoli di genere diverso. Il più famoso di essi cominciò a essere chiamato Grand Ole Opry quando un annunciatore radiofonico diede inizio a un sabato notte di danze con le parole: "nell'ultima ora abbiamo ascoltato quasi tutta musica da Grand Opera, ma da questo momento in poi ecco a voi il Grand Ole Opry!". Il teatro è stato ristrutturato totalmente a fine anni '90, è visitabile e ospita regolarmente concerti.

Rimanendo in tema musicale si può arrivare a Music Row, un tratto della 16th e 17th Avenue a ovest di downtown in cui hanno sede le case di produzione, le agenzie di promozione e i manager che fanno girare l' industria della musica a Nashville. Si può visitare lo Studio B , (lo studio A
era a New York) leggendario per il genere country e arredato in stile anni '50, con un' escursione guidata (acquistabile all' Hall of Fame) che farà scoprire il celebre studio della Radio Corporation of
America (RCA) dove Elvis registrò "Are you lonesome tohight ?" e Dolly Parton "I will always love you". Sempre in Music Row c' è anche una zona più marcatamente turistica, lungo Demonbreun Street, in cui si trova il Country Music Wax Museum , museo delle cere delle star di questo genere vestite con costumi originali, e molti negozi di souvenir, alcuni attrezzati anche per far incidere una canzone, o cantare karaoke.

Ultima importante tappa legata alla musica country è Music Valley, 15 km a nord-ovest del centro, un sobborgo di Nashivlle completamente trasformato in attrazione turistica (musicale). Nel 1974 il Grand Ole Opry House si trasferì qui dalla sua sede originaria nel Ryman Auditorium in centro; è stato costruito un enorme centro commerciale , l' Opry Mills, e di fronte il Grand Ole Opry Museum racconta la storia dell'Opry per mezzo di statue di cera abbigliate con spettacolari costumi e oggetti d'epoca. Interessante anche la ricostruzione di una classica sala di registrazione degli anni Cinquanta. A Music Valley, oltre che via terra, si può arrivare in maniera molto più suggestiva, via fiume sia con taxi che battelli come il General Jackson .

Un altro distretto storico interessante della città è Germantown, poco a nord di downtown, oltre il Bicentennial Mall, così chiamato per il flusso di immigrati tedeschi che qui si stabilirono a metà del XIX secolo creando una vera e propria comunità. Ha numerosi edifici Vittoriani restaurati ed è inserito nel National Register of Historic Places dal 1979. Molto pittoresco l' Oktoberfest festeggiato a Germantown in quanto sono molte le famiglie di origine tedesca che ancora vivono qua e che sfoggiano con orgoglio , per l' occasione, i tipici costumi bavaresi. Per concludere le possibili attrazioni da visitare in città segnaliamo anche il Tennessee State Museum , che ripercorre la storia dello Stato: dalle tribù che ospitavano la zona, ai primi insediamenti dei pionieri , passando per la guerra di Secessione e il Ku Klux Klan che fu fondato a Pulaski, nel sud dello stato, nel 1868. Altro interessante museo il First Center for The Visual Arts , che ospita (e ha ospitato in passato) importanti esposizioni di arte moderna e contemporanea , da Norman Rockwell a Picasso.

LE PLANTATION
Non poteva mancare anche vicino a Nashville, come in ogni importante città del Sud che si rispetti, una ricca serie di dimore d' epoca, in particolare plantation, che testimoniano l' epoca di massimo
splendore e sviluppo della regione. Da segnalare The Hermitage , l' ex dimora del presidente Andrew Jackson che si trova a 15 miglia dalla città, circondata da una proprietà di 400 ettari. Si può visitare la stupenda casa in stile federale di inizio '800 che è arredata con mobili d' epoca e , grazie anche a personaggi in costume, offre un atmosfera davvero suggestiva. Altro capolavoro dell' architettura di inizio XIX secolo (con una tenuta di 214.000 ettari) è la Belle Meade Plantation , a 10 km da Nashville, appartenuta alla famiglia Harding Jackson, allevatori di cavalli da corsa, molti dei quali vincitori di numerosi Kentucky Derby. Era definita "Queen of Tennessee Plantations". Infine segnaliamo Two River Mansion, collocata fra lo Stones River e il Cumberland River, è uno spettacolare esempio di dimora antebellica con l' edificio principale del 1859 e un' adiacente casa in mattoni in stile federale del 1802. Il primo proprietario fu William Harding la cui famiglia costruì anche la Belle Meade Plantation. Si tratta di una delle dimore storiche della zona preservate nel migliore dei modi e inserita nel National Register of Historic Places.

LOCALI PER LA MUSICA DAL VIVO
Doveroso, per Nashville, fare un elenco, assolutamente parziale e puramente indicativo, dei locali dove assistere a ottime performance live di musica country, e non solo. Non si può che partire da Grand Ole Opry , la vera istituzione cittadina, che offre varie spettacoli a settimana anche se l' appuntamento classico resta quello del martedì, venerdì e sabato, che è un vero tributo al genere country. Lo show si trasferisce al Reyman Auditorium da inizio novembre a febbraio. Altro classico è Tootsie's Orchid Lounge, il più noto degli "honky-tonk" di Nashville (il termie sta per "taverna con annessa sala da ballo" ma si riferisce ai locali dove si ascolta hillibilly e si ballano danze "western style") ; quì ogni sera centinaia di persone si divertono in balli western con gli stivali da cowboy rigorosamente indossati. Negli anni '60 la proprietaria del club, "Tootsie" Bess, ha lanciato la carriera di gente come Willie Nelson e Kris Kristofferson; oggi i musicisti emergenti si esibiscono nei due piccoli palchi e non è raro che star più affermate facciano ogni tanto una gradita apparizione. Altro locale sullo stesso stile è il Robert Western World , ottima birra, spettacolari hamburger e ci si può lanciare nella musica offerta da questo paradiso dell' "hillibilly". Il Bluebird Cafè è un piccolo e solitamente affollato locale nella zona sud della città ma ha sempre ospitato i migliori cantautori country (Emmylon Harris, Steve Earle...), è stato location per qualche film e il lunedì mette il microfono a chiunque abbia velleità di cantare. Lo Station Inn è rinomato per l' ottima musica bluegrass, il Bourbon Street Blues & Boogie Bar in Printer's Alley propone eccellente blues e il Mercy Lounge, ricavato da una vecchia fabbrica di confetture, offre ottimo rock emergente. The Stage on Broadway è un altro locale interessante che alterna ogni sera gruppi
rock, blues, r&b e funky e naturamente country-rock, oltre a servire ottimo cibo southern stlyle

LO SPORT
Nashville offre un importante panorama di eventi sportivi per tutti gli appassionati. A partire dagli sport universitari (che negli USA significa competizioni di altissimo livello, i futuri professionisti...), grazie alla presenza della Vanderbilt University che ha ottime squadre di football e basket, passando alle squadre professionistiche di hockey (i Nashville Predators , NHL) , di football (i Tennesee Titans , NFL e i Nashville Storm , Minor Leauge) e di baseball (i Nashville Sounds , Minor League). Assiistere a un evento sportivo negli Stati Uniti è sempre un avvenimento, a prescindere dall' interesse o meno per quel particolare sport. Contattateci per informazioni sui calendari delle partite e acquisto dei biglietti

RISTORANTI
Sono moltissimi e la gran parte non delude...fare una selezione è un' impresa ardua. Partiamo da quella che potrebbe essere una delle migliori "breakfast" di Nashville , rigorosamente "southern style", ed è servita al The Loveless Cafè , che fa parte dell' omonimo Motel. Non è in downtown ma ne vale la pena, ottimo anche per il pranzo. Per un grandioso hamburger probabilmente uno dei migliori locali è The Pharmacy con ampio spazio anche all' aperto durante la bella stagione. Da Monells Dining & Catering si va sul sicuro, ottima cucina del sud, "proprio come a casa" (è lo spot del locale) e interessanti menù a prezzo fisso. Il ristorante Puckett' s Grocery & Restaurant ha una notevole tradizione di ristorazione sul resto del Tennessee ed ha aperto a Nashville nel 2010, riscuotendo subito il meritato successo. Serve i migliori piatti della tradizione del Sud a colazione, pranzo e cena. Da provare. Per deviare dalla cucina rigorosamente tradizionale il Marchè Artisan Food è un locale di Esat Nashville che serve piatti ispirati alla cucina italiana e francese ma preparati con freschi prodotti locali. Non poteva mancare un suggerimento legato al "BBQ" e infatti il Jack's Bar-B-Que ha la fama di essere uno dei migliori della città per la carne alla griglia di ogni genere. Il Wild Horse Saloon è uno di quei locali in città che , pur essendo molto "turistico", difficilmente si riesce a evitare in quanto offre un perfetto concentrato di ottima cuina "old south style" e musica country dal vivo. Suggeriamo infine un' "istituzione cittadina", ovvero il Capitol Grille dello storico Hermitage Hotel, più di 100 anni di storia alle spalle, servizio eccellente e ottimi piatti sia di carne che di pesce.

Atlanta, Nashville e New Orleans, tre differenti città che hanno in comune la genuina ospitalità dei loro abitanti, l' ottima cucina, la storia e l' incredibile scena musicale. Un perfetto "assaggio del Sud" che accomuna tre fra le più belle città degli Stati Uniti. Visitate il website rhythmsofthesouth.com

Hotel & lodging - la nostra selezione

Tra le innumerevoli possibilità di alloggio che possiamo proporre in ogni angolo degli Stati Uniti, dal motel più semplice al resort più esclusivo, abbiamo selezionato alcune sistemazioni particolari come "Historic Hotels of America", Country Inn, boutique hotel , Bed & Breakfast , design hotel o comunque strutture dall' ottimo servizio e accurata gestione, con spiccata personalità, che possono davvero rendere l' esperienza del viaggio memorabile.

UNION STATION HOTEL (****) 1001 Broadway , Nashville TN 37203

Nell' ottobre del 1900 questo imponente edificio in pietra dal design ispirato allo stile romanico, con altissimi soffitti a volta e vetrate stile Tiffany, iniziò la sua attività di stazione ferroviaria di Nashville e
divenne subito un fulcro importante per tutto il sud-est degli Stati Uniti. Poteva ospitare 10 treni contemporaneamente e ha visto passare tra le sue mura milioni di persone nel corso dei decenni (tra le quali Al Capone mentre veniva scortato nel penitenziario della Georgia). Negli anni '70 , col massiccio sviluppo delle highways, il trasporto ferroviario ha subito un tracollo e la Union Station è andata in progressivo abbandono fino a metà degli anni '80 in cui, dopo un massiccio restauro (ripetuto nel 2007) è stata trasformata in boutique hotel. Oggi, con 125 ampie camere (12 suites), tutte ampiamente accessoriate, è un punto di riferimento per l' alloggio in città. Ospita al suo interno il "Prime 108", ottimo ristorante specializzato in carne. E' un Historic Hotels of America.

Price range: da 179 $ - 289 $ a camera (doppia) a notte* solo pernottamento

THE HUTTON HOTEL (****) 1808 West End Ave , Nashville TN 37203

L' Hutton Hotel è un design hotel di 247 camere (52 suite) in downtown Nashville, a pochi isolati da Music Row e dal leggendario Ryman Auditorium . È una delle strutture preferite dalle star della musica e del cinema; la lobby decorata con opere d'arte , il moderno design contemporaneo delle sue parti comuni e delle camere rendono l' Hutton esclusivo ed estremamente accogliente. L'hotel è impegnato in un ampio programma ecologico, come è evidente dai mobili eco-sostenibili, i pavimenti in bambù, gli ascensori Eco Disc a ridotto consumo energetico e la navetta ibrida Lexus che l' hotel mette a disposizione degli ospiti. Al pluripremiato ristorante "1808 Grille" lo chef Charles Phillips basa il suo menu di nuova cucina americana sui prodotti locali di stagione. L' hotel fa parte dei Leading Hotels of the World.

Price range: da 209 - 399 $ a camera (doppia) a notte* solo pernottamento

RENAISSANCE NASHVILLE HOTEL (****) 611 Coomerce Street, Nashville TN 37203

Moderno hotel del gruppo Marriott, collocato in centro città, a poca distanza dalle principali attrazioni (musicali) di Nashville come il Country Music Hall of Fame e la Broadway Street, piena di locali con ottima live music. Ha 673 camere di varie tipologie, di cui ben 24 suites, tutte accessoriate ed arredate in stile contemporaneo; ampi spazi comuni , meeting rooms, business center , 3 ristoranti ( di cui il "Commerce Street Grille" che serve ottimi piatti della cucina del Sud ) e uno Starbucks Coffee House. All' interno dell' hotel si trova una piscina che fa parte dell' area fitness center dotata di varie
attrezzature dell' ultima generazione.

Price range: a partire da 169 $ a camera (doppia) a notte* solo pernottamento

THE HERMITAGE HOTEL (*****) 231 Sixth Avenue North , Nashville TN 37219

Questo Historic Hotels of America fu inaugurato nel 1910; è stato negli anni un punto di riferimento dell' hotellerie di Nashville (e lo rimane tutt' ora) e resta l'unica struttura commerciale in stile "Beaux-Art" della città. La sua storia a seguito quella della "Music City" ospitando la musica live delle "big band" degli anni '30 e '40 per poi avvicinarsi alle perfomance del contry un po' di anni più tardi. La struttura dispone di 123 ampie camere e suite, arredate in stile classico con bagni in marmo, ogni tipo di accessorio high-tech (Wi-Fi gratuito). Splendide le parti comuni (hall e saloni); l' hotel è molto richiesto per cerimonie, soprattutto matrimoni. All' interno dell' hotel si trova l' Oak Bar in cui si può cenare in un ambiente informale ma con un eccellente lista di vini, e l' eccellente The Capitol Grill, tra i ristoranti più apprezzati della città. Serve un elaborata cucina del Sud , cacciagione e "Black Angus Beef".

Price range: a partire da 299 $ a camera a notte (1 king/2 queen beds) solo pernot.

LOEWS VANDERBILT HOTEL (****) Nashville 2100 West End Ave , Nashville TN 37203

Hotel dallo stile contemporaneo, con eleganti e ampi spazi comuni arredati con mobili e oggetti di design che creano ambienti caldi e invitanti. Wi-Fi gratuito nella lobby e nei ristoranti. Le sue 340
camere, comprese 14 spettacolari suite, sono ampiamente accessoriate per il perfetto comfort degli ospiti . L' hotel ha un fitness center, business center e ben 2000 mq di superfice per meeting ed
eventi. Il Mason's Restaurant si definisce una "Southern Brasserie" perché riesce a proporre la più tradizionale cucina del sud degli Stati Uniti con una sapiente rivisitazione che prende ispirazione dalla
cucina francese.

Price range: da 199 - 269 $ a camera (doppia) a notte* solo pernottamento

* I PREZZI DEGLI HOTEL SONO AL NETTO DELLE TASSE LOCALI (che cambiano in ogni Stato) e SONO DA RITENERSI INDICATIVI in quanto le tariffe variano con la tipologia di camera , stagionalità, weekend, festività o eventi particolari. Il prezzo più basso si riferisce alla CATEGORIA BASE di camera in “low season”, il più alto alla stessa categoria in “high season”. Quotazioni esatte , con le migliori tariffe e offerte disponibili sul momento, già comprensive delle tasse locali , verranno fornite con la costruzione del preventivo dettagliato di viaggio. LE TARIFFE SONO ESPRESSE IN U.S. DOLLARS.

© 2018 - Be Travel USA - Design and Powered by BluMade - All rights reserved | Be Travel USA è parte di Blueteam Travel Group