"JUST RIGTH" :   fly & drive nel South Carolina  -  9 notti & auto a noleggio

Un viaggio nel South Carolina offre, allo stesso tempo, gioielli architettonici unici al mondo come Charleston, città che vanta tre secoli di storia e che ospita ogni anno numerosi festival e eventi internazionali; spiagge famose e molto frequentate dai turisti come quelle di Myrtle Beach, una costa selvaggia e praticamente intatta come quella del sud dello stato, di cui Edisto Island rappresenta la perfetta cartolina ; borghi rurali​ e piccole città storiche nel nord dello Stato. Questo itinerario cerca di proporre tutti questi aspetti con un percorso che, partendo dalla capitale Columbia, si spinge a nord verso le cittadine ai piedi degli Appalachi per poi discendere verso sud, quasi seguendo il corso del Savannah River lungo una Scenic Byways, toccando Aiken e risalendo infine la costa fino a Charleston, tappa conclusiva del tour. Le sistemazioni suggerite sono hotel storici, INN o B&B con "personalità" che contribuiscono a dare valore aggiunto all' esperienza stessa del viaggio.

COLUMBIA South Carolina State House

1°giorno: COLUMBIA
Arrivo a Columbia tramite volo proveniente da hub negli Stati Uniti (Atlanta potrebbe essere la miglior soluzione essendo uno degli aeroporti più importanti al mondo e che collega capillarmente le principali città del Sud). Ritiro dell' auto a noleggio in aeroporto e trasferimento in hotel.

​Sistemazione per 2 notti presso l' INN AT USC, boutique hotel ricavato su un edificio del 1910 perfettamente restaurato che si trova nei pressi del USC Campus (University of South Carolina) e che offre così anche l' occasione di apprezzare l' atmosfera giovane di una prestigiosa università
americana*.

*si segnala che durante i periodi di "graduation", dicembre, maggio ma anche altre date durante l' anno, tutti gli hotel dell' area universitaria sono sold-out e verranno proposte sistemazioni alternative in città.

​Per la sera : suggeriamo una cena presso MOTOR SUPPLY CO. BISTRO , locale in attività solo dal 1989 ma che ha un piacevole design retrò e offre ottima cucina tradizionale del Sud, sapientemente rivisitata in chiave moderna. Eccellente, per chi ne ha l' opportunità, il brunch domenicale.

COLUMBIA Robert Mills House & Gardens

2°giorno: COLUMBIA
Nella mattina inizio della visita della città di COLUMBIA e si farà uso dell' auto in quanto la città presenta ben 15 distretti storici dal notevole interesse architettonico come ad esempio COTTONWOOD /BELLEVUE , OAKWOOD COURT o il LANDMARK DISTRICT , che offrono una ricca parata di edifici di diverse epoche, dal XIX° a inizio del XX° secolo, quasi tutte abitazioni private, che però vale la pena ammirare. La città offre ben 160 edifici che sono Historic Landamrks: la WOODROW WILSON HOME, casa d' infanzia del 28° presidente degli Stati Uniti, splendido edificio del 1871, visitabile; la SOUTH CAROLINA STATE HOUSE , edificio costruito con diversi interventi dal 1855 fino al 1907 (aperto al pubblico con visite guidate); la FIRST PRESBITERIAN CHURCH che cui congregazione risale al 1795 mentre la chiesa è del 1853, poi ampliata a inizio '900 o la ROBERT MILLS HOUSE, National Historic Historic Landmark (come la State House), spettacolare esempio di edificio di inizio '800 in stile "Classical Revival" con splendidi giardini annessi. Interessante anche la GOVERNOR' S MANSION , edificio che fu parte, nel 1842, dell' arsenale militare e designato a residenza del Governatore dello Stato dopo la Guerra Civile; raccoglie al suo interno una preziosa collezione di oggetti d' epoca come argenteria, porcellane, dipinti e preziosi documenti. Questi sono solo alcuni dei tesori architettonici di Columbia che potrebbe valere ben più di 2 giornate di sosta. Sicuramente, da non mancare per avere anche una panoramica su tutto lo stato del South Carolina, la visita del SOUTH CAROLINA STATE MUSEUM, il più grande museo del Sud-Est degli Stati Uniti, che presenta ampie collezioni di arte, storia ma anche esibizioni di scienze e tecnologia con uno splendido planetario e un teatro 4D. Nel pomeriggio suggeriamo la visita del vicino (solo 20 miglia) CONGAREE NATIONAL PARK , "National Monument" dal 1976, designato a Parco Nazionale nel 2003, che racchiude al suo interno la più grande "foresta primaria" del paese, situata in una pianura alluvionale percorsa dal fiume Congaree; l' ecosistema presente è unico, grazie anche alle frequenti alluvioni a cui è soggetta la zona; l' ambiante muta considerevolmente con le diverse stagioni e il parco può essere visitato attraversandolo a piedi, anche durante il periodo alluvionale in cui si trasforma in un enorme palude, grazie a delle passerelle di legno che creano dei percorsi lungo la foresta, o anche con canoe e kayak. Rientro a Columbia e pernottamento.

Per la sera : altro suggerimento per la cena, un vecchio garage trasformato in birreria nel 1995 che produce ottima birra in diversi stili (American Pale Ale, Indian Pale Ale, Porter, Extra Special Bitter...) e ottimo cibo in un contesto davvero originale. HUNTER-GATHERER brewery and ale house , da provare!

Cesar's Head State Park

3°giorno: COLUMBIA - GREENVILLE (207 miglia/ 333 km)
Seguendo la Statale 321 NORTH, da Columbia si arriva in poco tempo a WINNSBORO , città storica che vale una breve sosta per la visita di alcuni edifici interessanti come la FAIRFIELD COUNTY COURTHOUSE, del 1823 (progettato dal ben noto Architetto Mills che ha lasciato ampia traccia nell' Est /South Est degli USA) e THE TOWN CLOCK , risalente al 1837, che ha il primato di essere stata la torre dell' orologio che ha funzionato per più lungo tempo continuativamente negli USA, oltre 100 anni. Suggerita anche la visita del SOUTH CAROLINA RAILROAD MUSEUM , appena fuori dalla città, interessante collezione di locomotive e vetture del treno storiche e funzionanti, sulle quali è possibile percorrere un tratto di binari. Proseguendo sulla 321 NORTH si arriva a CHESTER, altra cittadina storica che risale a fine '700; vale sicuramente una sosta per una breve passeggiata nel suo downtown. Si prosegue verso nord-ovest seguendo la Statale 9 attraversando PACOLET, piccola citta che vanta nelle sue vicinanze oltre 250 edifici storici; si prosegue sulla 105 e la 211 e, oltrepassato la Interstate 85, si percorre la Statale 110 fino a COWPENS NATIONAL BATTLEFIELD , sito storico che commemora un' importante vittoria sugli inglesi, durante la Guerra d' Indipendenza Americana da parte delle truppe del Generale Daniel Morgan. Da questo punto in poi si segue la Statale 11 che è la CHEEROKEE FOOTHILLS SCENIC HIGHWAY, spettacolare strada panoramica che si snoda lungo la "Blue Ridge Escarpment", una scapata che segue il confine tra South e North Carolina e da cui si vedono le vette delle Blue Ridge Mountains; totale immersione nella natura aspra e selvaggia di questi luoghi (un tempo frequentati sonno dai nativi Cherookee e dai primi esploratori inglesi e francesi) godendosi ogni curva del percorso. Si arriva al TABLE ROCK STATE PARK che offre suggestivi scenari montani o si può arrivare, seguendo la strada 276, al vicino CAESARS HEAD STATE PARK , massiccio granitico che svetta tra le aspre colline boscose della regione (dato le tortuose strade di montagna e i tempi di percorrenza, si dovrà scegliere quale dei due parchi visitare in quanto inserirli tutti e due nell' itinerario giornaliero richiederebbe troppo tempo). Il percorso della giornata si chiude sulla cittadina di GREENVILLE.

​Sistemazione 1 notte presso il PETTIGRU PLACE B&B con colazione, grazioso bed & breakfast ricavato da un edificio storico di inizio '900.

Per la sera: suggeriamo di cenare presso TUPELO HONEY CAFE', catena di locali di cucina tipica del Sud degli Stati Uniti, presenti in diverse location come Asheville, Chattanooga, Myrtle Beach...ciascuno con una sua identità e storia. Una garanzia.

Pendelton Ashtabula Plantation

4°giorno: GREENVILLE - ANDERSON (93 miglia / 149 km)
Da Greenville il viaggio prosegue sulla Interstate 85 in direzione WEST, e poi la Statale 88, per arrivare fino a Pendleton; si viaggia nel "backcountry", area rurale e allo stesso tempo selvaggia, verso il confine con il North Carolina . (Per coloro che volessero scoprire e apprezzare il lato
fortemente rurale che caratterizza la regione suggeriamo una breve deviazione a sud per PELZER dove si trova la HAPPY COW FARM, fattoria che vive dei prodotti derivati dal latte delle proprie mucche, allevate in maniera non intensiva; si effettuano tour guidati e sono in vendita i loro prodotti che sono famosi in tutto lo stato). Giunti nei pressi di PENDLETON si trovano due straordinari esempi di plantation homes: ASHTABULA , risalente al 1825-1828 e WOODBURN che fu costruita un paio di anni più tardi. Entrambe le tenute hanno avuto vari proprietari nel corso degli anni e rappresentano un bell' esempio di architettura tipica del periodo pre-bellico. Sono visitabili su richiesta, come indicato nel website (vedi link). Spostandosi poche miglia a nord, su CLEMSON ,scopriamo questa piccola cittadina universitaria che offre alcuni eccezionali tesori storici. Il primo è l' HANNOVER HOUSE , edificio che risale al 1716, appartenuto ad una famiglia francese ed è perfettamente restaurato, nonostante, intorno al 1940, abbia rischiatoci essere lasciato andare in rovina. E' visitabile al suo interno nel fine settimana o su appuntamento. Altro edificio dall' alto valore storico-architettonico, nell' area di Clemson è l' HOPEWELL PLANTATION che risale al 1785 e fu per oltre 20 anni di proprietà di un eroe della Rivoluzione Americana, il Gen. Andrew Pickens; la splendida abitazione è visitabile al suo interno su appuntamento; sempre nelle vicinanze si trova anche FORT HILL, una plantation home sempre del periodo pre-bellico, risalente al 1825 e di proprietà di un importante statista dell' epoca, John C. Calhoun ; visitabile al suo interno tutti i giorni con tour guidati (orario indicato nel website). ​Si può concludere la visita di Clemson con la OLD STONE CHURCH, antica chiesa (presbiteriana) costruita nel 1802, ancora in attività, con annesso un piccolo cimitero nel quale è sepolto l' eroe della Rivoluzione Americana Andrew Pickens. L' edificio è iscritto al National Register of Historic Places. Il percorso in auto della giornata procede spostandosi verso nord-ovest nella OCONEE COUNTY, il cuore della regione del South Carolina conosciuta come MOUNTAINS LAKES, ed infatti è un susseguirsi di straordinari panorami boscosi e lacustri davvero suggestivi. Qui si incontrano, nell' ordine: SENECA, cittadina fondata nel 1873 e, all' epoca, importante snodo ferroviario sulla linea tra Atlanta e Charlotte; WALHALLA , fondata intorno al 1850 da un gruppo di immigrati tedeschi che contribuì allo sviluppo della Blue Ridge Railroad e le cui origini sono ben manifestate anche oggi (famoso nella zona l' Oktoberfest di Walhalla!); infine WESTMINSTER, ai piedi degli Appalachi, che conserva decine di edifici di fine '800, perfettamente conservati, come ad esempio il vecchio deposito ferroviario che è il Visitor Center della città. Il suggerimento è semplicemente quello di fermarsi nei downtown cittadini e godersi l' atmosfera, in certi casi davvero ferma nel tempo, di queste piccole comunità. Consigliamo la visita di alcuni siti di importanza storica come la OLD PICKENS PRESBITERIAN CHURCH, del 1828, poco a nord di Seneca, o l' HISTORIC BALLENGER HOUSE, splendida dimora di fine secolo con una storia particolare (vedi link) , sempre a Seneca, e la LUNNEY HOUSE MUSEUM (Seneca), edificio di inizio '900 iscritto nel National Historical Register e visitabile su appuntamento. A Walhalla è consigliato un veloce stop presso THE OCONEE HERITAGE CENTER, piccolo museo che ripercorre la storia della regione , la visita del MUSEUM OF THE CHEROKEE piccolo ma interessante tributo alla popolazione nativa della regione, e della BETHEL PRESBYTERIAN CHURCH la cui origine risale al 1764. L' itinerario odierno si conclude percorrendo, dopo Oakway, la Statale 24 verso SUD che è parte della SAVANNAH RIVER SCENIC BYWAY, oltre 100 miglia di strada panoramica che attraversa piccoli borghi rurali, tocca siti storici e splendidi panorami lacustri e fluviali. Verrà percorsa quasi interamente nella tappa successiva. Si esce dalla Scenic Byway, che segue la 187 SOUTH, poco prima di Anderson, tappa finale della giornata.


Soggiorno per 1 notte a ANDERSON presso THE BECKLEY INN, hotel ricavato da un edificio storico nel pieno downtown cittadino.

Per la sera: suggeriamo la cena al SULLIVAN' S GRILL, probabilmente il miglior ristorante in città, con eccellente servizio e piatti tradizionali americani, in particolari modo del Sud, serviti in maniera impeccabile.

Anken South Boundary Avenue of Oaks

5° giorno: ANDERSON - AIKEN (158 miglia / 254 km)
Da Anderson, percorrendo la Statale 24 EAST si va ad incrociare e imboccare la 181 SOUTH che fa parte della SAVANNAH RIVER SCENIC BYWAY, già percorsa il giorno precedente nel suo tratto iniziale. Si viaggerà nelle vere "backroads", le strade di campagna che uniscono piccoli centri abitati come STARR, IVA e LOWNDESVILLE che ospita una comunità Amish. Breve deviazione dalla byway per visitare ABBEVILLE, pittoresca e storica cittadina che offre alcune attrazioni interessanti come l' OPERA HOUSE o la BURT-STARK MANSION, splendida dimora della prima metà dell' 800 (National Historic Landmark) ; si suggerisce, per chi lo desidera, di effettuare uno dei tour guidati della città per avere una panoramica completa del luogo. Si segue successivamente la 28 SOUTH fino a McCORMICK, città mineraria in cui nel 1850 venne scoperto l' oro e di conseguenza ebbe un periodo di sviluppo; vale la pena una passeggiata tra gli edifici storici a mattoni rossi della sua sua "main street". Si lascia la Scenic Byway dirigendosi nella vicina EDGEFIELD , altro "gioiello nascosto" del South Carolina, la cui Edgefield Square, circondata da edifici storici di inizio '800, rende obbligatoria una pur breve sosta. Il percorso riprende sulla Statale 19 SOUTH che in poche miglia porta ad AIKEN (meta di arrivo della giornata), piacevole cittadina storica di inizio '800 che ha avuto il suo sviluppo grazie al passaggio della ferrovia (deve il suo nome William Aiken, presidente della South Carolina Railroad ) e che oggi ha una vita artistica e culturale molto vivace, con gallerie d' arte, musei come l' AIKEN CENTER FOR THE ARTS o l' AIKEN COUNTY HISTORICAL MUSEUM, musica dal vivo ed eventi sportivi come la "MASTER WEEK", importante evento ippico che si tiene a inizio aprile. Aiken è anche nota per una storica battaglia avvenuta in questa località l' 11 Febbraio 1865 tra le truppe Unioniste e quelle Confederate (BATTLE OF AIKEN) e viene commemorata ogni anno, a febbraio, in 3 giorni di rievocazioni storiche con comparse in costume , cavalli, armi e la ricostruzione dello scontro. Spettacolari viali alberati (come l' imperdibile South Boundary Avenue of Oaks) e giardini d' ispirazione europea, completano il quadro di questa città davvero sorprendente e ricca di charme. Suggeriamo lo stop al VISITORS CENTER , costruito all' interno di un vecchio deposito ferroviario (infatti è anche Train Museum) in cui sono a disposizione mappe, brochure e suggerimenti per esplorare la città.


Sistemazione per 1 notte, camera superior, presso THE WILLCOX, straordinario hotel costruito a fine '800 e che ha ospitato tra le più importanti personalità della storia più recente come Wiston Churchill e il Presidente Franklin Delano Roosvelt, solo per citarne alcuni.

Per la sera nonostante l' ampia scelta di ottimi ristoranti in città, assolutamente da provare il ristorante dell' hotel THE WILLCOX , celebrato dalle più note testate di viaggio e di cucina come Conde Nast Traveler e Wine Spectator. Un' esperienza assoluta; cucina del Sud ai massimi livelli e, cosa ancor più sorprendente, a prezzi ragionevoli. Per chi vuol fare due passi nel downtown e godersi una ottima birra locale come finale di serata, suggeriamo la pluripremiata AIKEN BREWING COMPANY

Hilton Head Island

6°giorno: AIKEN - HILTON HEAD (183 miglia / 295 km)
Dopo un ultima visita al centro di Aiken si procede lungo la Statale 302 SOUTH fino a BEECH ISLAND , quasi al confine con la Geaorgia, in cui si trova la REDCLIFFE PLANTATION, splendido esempio di dimora padronale dell' epoca bellica (1859), inserita nella gestione dei Parchi Statali e visitabile con tour guidati ogni giorno (vedi link) ; sempre su Beech Island si trova la OAKLAND PLANTATION, altro bell' esempio di dimora padronale pre-bellica , datata 1826. Procedendo verso sud-est sulla 278 si arriva a EHRHARDT, piccolo borgo nelle cui vicinanze si trova il RIVER BRIDGE STATE HISTORIC SITE, luogo dell' ultima resistenza in South Carolina delle truppe Confederate contro l' esercito del Gen. Sherman. Poco lontano c' è la BROXTON BRIDGE PLANTATION , proprietà che risale al tardo '700 e che appartiene da 9 generazioni alla famiglia Varn che utilizza la tenuta per varie attività, fra cui una rievocazione storica, ogni anno, della battaglia omonima (Broxton Bridge) fra le truppe di Sherman e quelle confederate di Lafayette McLaws. Proseguendo sulla Statale 64 in direzione della costa (strada che fa parte, come gran parte di quelle già percorse, del "SOUTH CAROLINA NATIONAL HERITAGE CORRIDOR" , area designata dal Congresso degli Stati Uniti nel 1996 e parte del programma del National Park Service, che racchiude le principali attrazioni storiche, artistiche e culturali dello Stato) si arriva sulla Interstate 95 che porta fino al confine con la Georgia da cui, con la Statale 278, si arriva a HILTON HEAD . L' isola, lunga circa 12 miglia e ampia 5, è un vero patrimonio naturalistico, unico nel suo genere, e offre tantissime attività per vivere a pieno la natura (escursioni in bici, kayak, barca, zip-line...) ma fra le tante suggeriamo assolutamente un' uscita in barca per l' avvistamento dei delfini che popolano numerosi la zona. Sono diverse le agenzie che offrono questa esperienza sia con imbarcazioni abbastanza grandi che "gommoni Zodiac" che consentono sicuramente un contatto più ravvicinato.
Solitamente la durata dell' escursione è di qualche ora ed è consigliata, con le dovute accortezze di sicurezza, a tutti, anche famiglie con bambini. Altro aspetto interessante dell' isola è quello storico-culturale; il capitano William Hilton vi mise piede nel 1663 prendendone possesso in nome della Corona Inglese, ma già gli spagnoli avevano esplorato l' isola nella prima metà del '500. Quello che però caratterizza la regione è la cultura "GULLAH" che identifica i discendenti degli schiavi originari dell' Africa Occidentali deportati in questa zona dall' inizio del '700, ma identifica anche
una lingua, una cultura e una regione geografica costiera ben precisa, che va da Cape Fear nel North Carolina fino a Jacksonville in Florida, in cui è presente tutt' oggi questa popolazione. Il particolare isolamento geografico ha contribuito, anche dopo l' abolizione della schiavitù, allo sviluppo di una comunità chiusa che ha preservato molto del patrimonio linguistico e culturale originario. Interessante partecipare a un tour guidato accompagnati da esperte guide Gullah che faranno sapientemente ripercorrere la travagliata ma affascinante storia del proprio popolo.


Sistemazione 1 notte a Hilton Head presso SONESTA HILTON HEAD, classico "resort" affacciato sul mare, immerso in un bellissimo giardino sub-tropicale.

Per la sera restando in tema con la bella atmosfera dell' isola suggeriamo di cenare al THE JAZZ CORNER, sicuramente tra i migliori dell' isola, con cucina internazionale che offre ottima musica dal vivo (jazz) altrimenti, per un locale assolutamente informale e semplice ma con ottimi piatti della "southern cuisine" da provare BACKYARD

Charleston

7°giorno: HILTON HEAD - CHARLESTON
(153 miglia / 246 km)
Uscendo da Hilton Head e seguendo la costa verso nord, a neanche un' ora di strada, la prima tappa della giornata è BEAUFORT, cittadina fondata nel 1711 e interessantissima per il suo distretto storico che conserva decine di splendidi edifici perfettamente conservati (sono quasi tutte abitazioni private) molti risalenti alla seconda metà dell' 800. La maniera migliore per vederli e farsi raccontare la storia del luogo è quella di aggregarsi al un WALKING TOUR della città oppure il più comodo TOUR IN CARROZZA che fa un ampia panoramica della città, dei suoi edifici storici più noti e delle location che hanno visto questi luoghi protagonisti come scenari di film famosi quali Forrets Gump, Il Principe delle maree, il Grande Freddo...solo per citarnee alcuni. Procedendo lungo la Statale 21 e poi la la 17 EAST, si arriva ad incrociare la Statale 174 che nel suo tratto finale è la EDISTO ISLAND NATIONAL SCENIC BYWAY, un percorso di 17 miglia che attraversano bellissimi scenari marini ma anche chiese storiche e viali sormontati da querce secolari. Suggerita una breve sosta all' EDISTO ISLAND MUSEUM ,che ha il compito di tramandare e preservare il patrimonio storico e naturalistico dell' isola, prima di proseguire per l' EDISTO BEACH STATE PARK , perfetta cartolina della costa del "lowcountry" con spiagge infinite, santuario per diverse specie animali come ad esempio le aquile dalla testa calva (bald eagle), falchi , aironi e pellicani, naturalmente alligatori nelle paludi della zona e alcune specie di tartarughe che vengono qui a deporre le uova. Il percorso prosegue seguendo a ritroso la 174 e poi la 174 EAST fino a CHARLESTON.
PER ULTERIORI INFORMAZIONI SULLA CITTA' SI VEDA LA PAGINA WEB DEDICATA . Questa cittadina è il vero gioiello del South Carolina; la seconda più grande e antica città dello Stato, fondata dagli Inglesi nel 1670, offre un patrimonio storico, architettonico e culturale enorme. La maniera migliore per visitarla è sicuramente percorrere a piedi le sue strade del centro storico, molte ancora con gli acciottolati originali, soffermandosi ad ammirare le straordinarie abitazioni storiche (che sicuramente portano alla mente più il Nord Europa che gli USA) presenti in diversi stili architettonici. Tappe obbligate la "RAINBOW ROW", sfilata multicolore di case del XVIII° secolo in stile Georgiano, e la "BATTERY ROW MANSION", imponenti e lussuose dimore sul waterfront cittadino che vanno da fine '800 a inizio '900. La gran parte sono abitazioni private e quindi non visibili al loro interno ma ci sono anche edifici aperti al pubblico per dei tour guidati come la NATHANIEL RUSSEL HOUSE del 1808, la casa museo HEYWARD-WASHINGTON HOUSE di fine '700, appartenuta a Thomas Heyward, patriota della guerra d' indipendenza e firmatario della Dichiarazione d' Indipendnenza, o la CALHOUN MANSION , la più ampia e ricca di oggetti d' epoca casa-museo di Charleston. Anche la "collezione" di chiese è notevole: sicuramente immancabile la visita della ST. MICHAEL'S CHURCH, la più antica di Charleston, 1761, amata da George Washington durante un suo viaggio nel Sud nel 1791; vale la visita anche l' imponente CATHEDRAL OF ST. JOHN THE BAPTIST costruita fra il 1890 e il 1907 così come la OLD ST. ANDREW' S PARISH CHURCH del 1706 la più antica ancora in attività nelle due "Caroline". E' vivamente suggerito, come per Beaufort, un TOUR IN CARROZZA del centro storico; oltre essere un mezzo di locomozione che ben si addice all' atmosfera della città, è un ottima opportunità di avere una prima panoramica delle strade e degli edifici più significativi, conoscerne la storia grazie alle esperte e simpatiche guide/vetturini che accompagnano il tour. A seguire due delle diverse compagnie che effettuano questo servizio: PALMETTO CARRIAGE BARN e OLD SOUTH CARRIAGE COMPANY.

Sistemazione per 3 notti presso ANDREW PINCKNEY INN, boutique hotel nel pieno historic district di Charleston.

Per la sera : ovviamente a Charleston c' è l' imbarazzo della scelta; uno dei ristoranti di riferimento per charme della location, qualità del servizio e cibo offerto è CIRCA 1886 , cucina americana con influenze decisamente mediterranee; per tornare sulla cucina del Sud invece c' è POOGAN' S PORCH, una garanzia di qualità in un contesto davvero unico ; per chi cerca qualcosa di meno "impegnativo" SOUTHEND BREWERY & SMOKEHOUSE , eccellente varietà di birre prodotte localmente, pizza e BBQ.

Charleston, Drayton Hall - Ashley River Road

8°giorno: CHARLESTON & DINTORNI (35 miglia / 56 km)
La mattina prosegue la visita di Charleston; nel pomeriggio visita di tre straordinarie plantation homes nelle vicinanze della città e di un sito storico di fondamentale importanza. Si comincia con MIDDLETON PLACE una dimora del 1755 sulla Ashley River Road circondata da straordinari giardini e National Historic Landamrk davvero unico nel suo genere. Sempre lungo il corso del fiume Ashley si trova, poco più a sud, la MAGNOLIA PLANTATION che ha le sue origini addirittura intorno al 1676 per mano della famiglia Drayton; è circondata da straordinari giardini ritenuti tra i più belli d' Amerca e di sicuro i più antichi giardini pubblici della nazione in quanto furono aperti per le visite fin dal 187O. Spostandosi neanche un miglio a sud si trova la DRAYTON HALL, straordinario esempio di plantation home che risale a prima della Guerra d' Indipendenza americana, costruita da John Dryaton (la cui famiglia possedeva la già citata Magnolia Plantation) tra il 1738 e il 1742. Inserita in un immenso parco con querce secolari, Dryaton Hall è la quintessenza delle dimore storiche della regione. Ha subito, e tutt' ora è in atto, un importante restauro per conservare le parti lignee della struttura che, data l' età dell' edificio, avevano subito pesanti danni dal trascorrere del tempo. (Per chi volesse dedicare altro tempo alla visita del suggestiva campagna cosparsa di piccoli borghi che sembrano rimasti fermi nel temo, suggeriamo la visita di SUMMERVILLE, a poche miglia dalla Magnolia Plantation). Tornando verso Charleston,si oltrepassa la città seguendo la Interstate 26, poi la Statale 17 EAST e si giunge a PATRIOTS POINT da cui ci si può imbarcare per la visita di FORT SUMNTER NATIONAL MONUMENT, un avamposto fortificato costruito su un' isola sulla baia di Charleston che risale ai primi dell' 800 e che vide l' inizio della Guerra Civile Americana quando il 12 Aprile 1861 fu attaccato dall' artiglieria Confederata. Gestito dal National Park Service si raggiunge solo con imbarcazioni (anche private) ​e l' acquisto dei biglietti per il tour, che ha due punti di partenza (Patriots Point e Liberty Square) si può fare on line oltre che direttamente in loco.
Rientro a Charleston, nuovo pernottamento all' ANDREW PINCKNEY INN.

Per la sera : continuano i suggerimenti per la cena con  SLIGHTLY NORTH OF BROAD  , eclettica cucina del Sud , ovvero i piatti della tradizione sapientemente rivisitati e  82 QUEEN , locale storico (oltre 30 anni di attività) "nascosto" nel French Quarter  che serve da sempre uno dei migliori "soul food" di Charleston.

Georgetown, Historic District

9°giorno: CHARLESTON - GEORGETOWN
& MYRTLE BEACH (240 miglia / 386 km)
A completamento della visita dello splendido Stato del South Carolina, suggeriamo in questa ultima giornata di visitare l' area costiera a Nord di Charleston, fino a spingersi nelle splendide spiagge di Myrtle Beach. Si può cominciare con SULLIVAN ISLAND , spettacolari spiagge e dimore storiche a pochi minuti dalla città, collegata alla terraferma con un ponte sulla Statale 703, che ospita un National Monument, FORT MOULTRIE , fortificazione costiera presente fin dal 1776 , ettaro di una decisiva battaglia navale contro gli inglesi durate la guerra d' Indipendenza e che poi ha visto passare anche la guerra Civile ed è stato ugualmente operativo durante la II Guerra Mondiale. Una curiosità: il "palmetto", simbolo dello Stato e che ritroviamo sulla bandiera del South Carolina, pare abbia origine da Fort Moultrie in quanto il primo avamposto fu costruito con il legno di questi alberi. Spostandosi leggermente a nord sulla Statale 17 si incontra THE OLDE VILLAGE di Mount Pleasant , villaggio che testimonia i primi insediamenti inglesi che fin dalla fine del '600 occuparono questa regione; nell' area di PITT STREET si trovano concentrati gli edifici più storici. Nelle vicinanze si trova il CHARLES PINCKNEY NATIONAL HISTORIC SITE; Charles Pinkney fu uno dei Padri Fondatori e principali autori della Costituzione degli Stati Uniti e qui si trova la dimora dove è vissuto. Proseguendo sulla Statale 17 che segue la costa è consigliata la visita della HOPSEWEE PLANTATION, spettacolare dimora che risale a circa il 1740, National Historic Site, che fu una delle più importanti piantagioni di riso di tutto il Sud e luogo di nascita di Thomas Lynch Jr., uno dei firmatari della Dichiarazione d' Indipendenza del 1776. E' aperta al pubblico per visite guidate con gli orari segnalati nel website (vedi link). Proseguendo sempre sulla 17 si arriva a GEORGETOWN città che occupa una pagina importante nella storia d' America in quanto alcuni storici lo ritengono il luogo dei primi insediamenti europei nel 1526 da parte degli spagnoli. Sicuramente gli inglesi vi si stabilirono nel 1670 iniziando scambi commerciali con i nativi e da lì si è sviluppata la storia della città. L' intero suo distretto storico è iscritto nel national Register of Historic Places. Suggeriamo di passeggiare lungo l' "harborwalk", il molo, e nelle immediate strade interne in cui si sviluppa la parte più storica dell' abitato. Consigliate anche le visite del KAMINSKI HOUSE MUSEUM, edificio del 1769 che accoglie al suo interno una preziosa collezione di oggetti d' epoca ; interessante, se c' è il tempo sufficiente, la visita del SOUTH CAROLINA MARITIME MUSEUM che ripercorre la storia della marineria dello Stato, che è indissolubilmente legata all' Oceano Atlantico su cui è affacciato. Il viaggio prosegue poi sulla 17 NORTH che porta alle splendide spiagge di MYRTLE BEACH, rinomata località turistica, molto affollata d' estate e luogo amatissimo dalle famiglie per le innumerevoli attrazioni offerte; segnaliamo, fra le tante, BROADWAY ON THE BEACH , una specie di piccolo parco a tema con varie attrazioni, il RIPLEY AQUARUM o una semplice passeggiata nel "BOARDWALK" cittadino.

(Myrtle Beach è una tappa turistica fondamentale per lo Stato del South Carolina ma, data la vocazione del luogo prettamente "vacanziera", se più interessati alla storia & cultura, che poi è il leitmotiv stesso di questo particolare itinerario, si può proseguire con la visita di Georgetown e dintorni, magari effettuando una gita in barca al Georgetown Lighthouse, evitando di arrivare in auto fino a Myrtle Beach. Allo stesso modo è possibile aggiungere alcuni giorni proprio in questa località per completare la vacanza con un soggiorno balneare, anche se è da tenere presente che la temperatura dell' acqua non è quella del nostro Mediterraneo, neanche in piena estate, quindi è un "vivere il mare" in maniera completamente diversa dalla nostra).

Nel pomeriggio rientro verso Charleston (considerare che sono necessarie circa 2 ore se si è a Myrtle Beach); si suggerisce uno stop per la cena appena fuori città, località Mount Pleasant, presso l' OLD VILLAGE POSTHOUSE INN, un' esperienza culinaria eccellente in un ambiente storico ricco di charme che fa parte dell' omonimo INN su cui si può soggiornare. Piatti della tradizione del Sud, re-interpretati, ma anche una cucina innovativa , sempre nel rispetto della tradizione e dell' uso di ingredienti e prodotti assolutamente "local".
Rientro a Charleston e pernottamento.

10°giorno: TRASFERIMENTO AL CHARLESTON INTL. AIRPORT
Nella mattina rilascio dell' auto a noleggio all' Aeroporto Internazionale di Charleston e imbarco per il volo di rientro in Italia, passando per un hub aeroportuale all' interno degli Stati Uniti.

QUOTA A PERSONA: a partire da 1290 EURO*

* LA QUOTA COMPRENDE: i pernottamenti in camera doppia negli hotel segnalati e il noleggio auto di cat. intermedia (tipo Toyota Corolla o similare) con km illimitati, pacchetto assicurativo completo e navigatore GPS. La quotazione è costruita sulle tariffe hotel di media/bassa stagione e può subire variazioni in base alle disponibilità di ogni singola struttura. Assicurazione medico/bagaglio di base

Cambio EURO /DOLLARO 1.07 del 30/01/2016

la quota NON COMPRENDE: i voli aerei dall' Italia (prenotabili alle migliori tariffe disponibili al momento della richiesta) , l' assicurazione medica (suggerita e stipulabile tramite Mondial/Allianz) , i pasti , gli ingressi ai parchi e alle varie attrazioni e ogni altro servizio non segnalato alla voce "La quota comprende".

L' itinerario è in ogni caso "custumizzabile" ad hoc sulle esigenze di ciascun cliente sia come scelta degli hotel, che come durata complessiva.

© 2021 - Be Travel USA - Design and Powered by BluMade - All rights reserved | Be Travel USA è parte di ACI Blueteam S.P.A.