"LOUISIANA PICK YOUR PASSION ! ":  fly & drive in Louisiana con un "assaggio" di Mississippi -  11 notti & auto a noleggio

La Louisiana è il "DEEP SOUTH", l' anima del profondo Sud degli Stati Uniti, e ne manifesta in maniera marcata tutte le caratteristiche. La mescolanza di etnie e culture susseguitesi e convissute nei decenni hanno dato vita a mix straordinari che si riassumono in due parole: creolo e cajun. La musica jazz e blues, una delle cucine più eclettiche e apprezzate del paese, le plantation homes lungo il Mississippi River che hanno raggiunto in questa regione la loro massima espressione, l' ammaliante e magica città di New Orleans...Tutto è presente in questo itinerario che tocca anche lo stato di confine del Mississippi che condivide con la Louisiana il "Nilo Americano"; così è stato apostrofato il fiume Mississippi che sicuramente è un protagonista fondamentale per la Louisiana che lungo le sue rive ha costruito la sua storia e la sua economia e nella seconda parte di questo itinerario se ne avrà un' idea molto precisa, seguendone il percorso fino al ritorno su New Orleans che è anche il punto di partenza.

NEW ORLEANS: French Quarter

1°giorno: ITALIA - NEW ORLEANS
Arrivo a New Orleans con volo dal' Europa via hub negli USA (non ci sono al momento voli diretti, necessario uno scalo presso un hub aeroportuale negli Stati Uniti). ​Dopo il classico disbrigo delle formalità doganali trasferimento in città con taxi.

Sistemazione 3 notti presso HOTEL MONTELEONE , camera "traditional" in solo pernottamento; un pezzo di storia della città, in attività dal 1886 e da cui sono passati nel corso dei decenni tutti i più importanti personaggi pubblici (politici, ad attori, scrittori...uno fra tutti Hemingway) e che rimane ancora oggi un punto di riferimento in città. Sistemazione in camera e tempo a disposizione per iniziare la visita della città.

PER DETTAGLIATE INFORMAZIONI SU NEW ORLEANS VISITARE LA PAGINA WEB DEDICATA

NEW ORLEANS: Bourbon Street

2°giorno: NEW ORLEANS
Inizio della visita di una delle città più belle e affascinanti degli Stati Uniti e ciò che ha da offrire è esattamente il contrario quello che ci si aspetta da una metropoli americana. Oltre che per i suoi ritmi lenti, tipici del Sud e così diversi dagli standard di efficienza statunitensi, differisce dal resto della città d' America per la conformazione urbana del suo centro storico che risale al 1718, con vicoli , stradine ed edifici in mattoni che ricordano molto l' Europa. Il suggerimento per questa prima giornata è quello di "perdersi" letteralmente nel French Quarter, il quartiere più storico della città, un misto di architettura spagnola, francese creola e americana, con gli edifici bassi in stile coloniale e i balconi in ferro battuto. Le due strade di riferimento sono la famosa Bourbon Street che la sera, soprattutto nei week-end, si trasforma in un fiume di persone che la percorrono col sottofondo della musica dal vivo che arriva dai numerosissimi locali e la vicina Royal Street, appena meno movimentata. La pianta rettangolare regolare del quartiere consente di percorrerlo con facilità a piedi; per chi volesse fare un tuffo nel Settecento si suggerisce la vista del Pitot House Museum , una casa creola perfettamente restaurata che rende davvero l' idea di quello che doveva essere la città in quel periodo. Bellissima l' area di Jackson Square, la più importante piazza cittadina, dominata dalla St. Louis Cathedral; siamo sempre nel French Quarter ma l' atmosfera è assolutamente più tranquilla e rilassata. Tra i numerosi tour guidati per visitare la città (in bus, in carrozze trainate da cavalli, molto suggestivi, in bicicletta...) suggeriamo di effettuare quello dei cimiteri monumentali, in particolare il St. Louis Cemetery N°1 , il più importante , risalente al 1789 e iscritto nel National Register of Historic Places e, fa scoprire l' indissolubile legame che New Orleans ha con la magia, il voodoo e altre tradizioni pagane africane importate dagli schiavi col loro arrivo nella regione dall' inizio '700 in poi.

Nuovo pernottamento presso l' Hotel Monteleone.

Per la sera : la vastissima scelta di ristoranti e la qualità e varietà della cucina della Louisiana, probabilmente una delle migliori d' America, rende arduo selezionare solo alcuni nomi tra i moltissimi locali presenti in città. Sicuramente un punto di riferimento è il COMMANDER' S PALACE probabilmente il migliore in assoluto ; si trova nel Garden Distric e richiede anche un "dress code". Offre i principali piatti della cucina tradizionale della Louisiana con nette influenze di cucina creola, sapientemente rivisitate dallo chef Tory McPhail. Altro classico, in pieno French Quarter, ma dal prezzo sicuramente più accessibile, è MURIEL'S JACKSON SQUARE ; già il locale da solo per fascino e storicità del luogo vale la scelta e la cucina offre i classici piatti della regione con alcune rivisitazioni di cucina internazionale.

Musica live : altra selezione ardua da compiere tra i moltissimi jazz club e locali per ascoltare eccellente musica dal vivo sorseggiando magari in drink; sicuramente non può mancare il PRESERVATION HALL , dal 1961 questa associazione culturale ha la missione di preservare appunto il jazz tradizionale di New Orleans e sicuramente qui si ascolta la miglior musica della città suonata da alcuni dei migliori artisti. Altro locale suggerito per ascoltare anche musica tradizionale come lo "zydeco" ma anche rock e blues è il MAPLE LEAF BAR mentre si ritorna nel classico jazz (anche se alcune sere ospita performance blues o di altri generi) col piccolo e affollato THE SPOTTED CAT MUSIC CLUB

NEW ORLEANS: streetcar nel Garden District

3°giorno: NEW ORLEANS
Come ultimo giorno in città , oltre a completare le ultime visite nel French Quarter, suggeriamo di spostarsi, tramite i mitici "streatcar", nel Garden District , nella zona ovest della città, che ospita un eccellente parata di edifici coloniali, molti dei quali iscritti nel National Register of Historic Places; sono tutte abitazioni private inserite in una delle aree residenziali più eleganti e suggestive di New Orleans che vede fra i suoi residenti nomi celebri come Sandra Bullock o Nicolas Cage, per citare un paio di noti attori di Hollywood o la cantante pop Beyonce. Non lontano dal Garden District si trova una delle immancabili attrazioni che non si può fare a meno di visitare perché strettamente legate all' anima della città. Si tratta del MARDI GRAS WORLD che praticamente accoglie in enormi hangar tutti i carri allegorici che ogni anno, durante il carnevale (che qui dura più che in qualunque altro luogo al mondo) sfilano nelle parate cittadine (oltre 40), in particolare modo in quella del culmine del "Mardì Gras", appunto, il "martedì grasso". Sicuramente una delle attrazioni più caratteristiche da visitare e che rendono singolare e affascinante questa città- Per quanto riguarda i musei New Orleans ne conta a decine ma uno dei più significativi è senza' altro il NATIONAL WOLRD WAR II MUSEUM il più importante degli Stati Uniti dedicato alla II Guerra Mondiale, in particolare è stato aperto nel Giugno del 2000 in commemorazione del "D-DAY" e riporta una vista quantità di reperti legati allo Sbarco in Normandia e tot' ora l' area espositiva è in continuo sviluppo. Altro Museo che varrebbe la pena di visitare è sicuramente il NEW ORLEANS MUSEUM OF ART (NOMA) , tra i più antichi in città (risale al 1911) ed ha una vasta collezione di oltre 40.000 reperti e opere in cui spiccano in particolare quelle legate all' arte americana, francese e africana.

Nuovo pernottamento presso l' Hotel Monteleone.

Per la sera: altri suggerimenti per un' ottima cena sono BRENNAN' S , 70 anni di attività , classica cucina locale, in particolare creola; COCHON , noto per i piatti della cucina "cajun", più povera della creola ma da provare assolutamente, e infine un locale molto noto, in pieno French Quarter , sempre affollato (code all' ingresso...) ma con prezzi modici e piatti ottimi di cucina locale (gumbo, poboys) che è l' OCEANA GRILL. Per qualcosa di alternativo , ma un' esperienza sicuramente da provare, suggeriamo anche la cena a bordo della replica di uno dei mitici battelli a vapore che solcavano il Mississippi nell' '800 che è il NATCHEZ; si naviga sul fine per un paio di ore gustando le specialità tipiche del sud e ascoltando ottima musica dal vivo.

Musica live : altri due suggerimenti per piacevoli serate all' insegna dell' ottima musica (jazz e non solo) sono lo SNUG HARBOR JAZZ BISTRO , locale in Frenchmen Street in cui, volendo, si può anche cenare e conosciutissimo per l' eccellente jazz, o il BLUE NILE un altro degli storici locali sempre sulla stessa strada che è una delle più rinomate in città per la qualità dei suoi club.

AVERY ISLAND, fabbrica del TABASCO®

4°giorno: NEW ORLEANS -LAFAYETTE 170 miglia /273 km
In mattinata ritiro dell' auto a noleggio presso l' aeroporto di New Orleans (le location aeroportuali consentono ampia scelta di modelli garantiti e son aperti 24 h); inizio dell' itinerario che in questa prima sezione, procedendo verso ovest, segue il tracciato stradale conosciuto come OLD SPANISH TRAIL che, concepito a Mobile , Alabama, nel 1915 e aperto definitivamente nel 1929, rappresentava all' epoca la strada più breve per arrivare, in auto, dal' Atlantico al Pacifico collegando St. Augustine, Florida con San Diego in California, attraverso 8 stati e più di 3000 miglia. Un percorso turistico lungo il Sud degli USA , che segue , lasciata la "stretta" Florida, il Golfo del Messico e poi il confine con lo stato omonimo fino alla California. Seguendo la Statale 90 in direzione WEST si attraversa la HOUMA COUNTRY, regione di paludi o di "bayou" , come vengono chiamate qui usando una parola nativa dei Choctaw; siamo in piena regione del "cajun" che significa cultura/etnia di origine francofona proveniente dal Canada nella metà del XVIII secolo ma anche cucina e musica davvero peculiari e con una forte identità. Si prosegue per New Iberia , il cui nome non vuol certo nascondere le origine dei primi insediamenti coloniale nella regione e tappa consiglia è sicuramente la visita, preso la bellissima e selvaggia Avery Island, della fabbrica del TABASCO® una vera icona non solo americana ma internazionale che apre le sue porte per tour guidati giornalieri per far scoprire i processi di fabbricazione della famosa salsa rossa piccante. Ripresa la Statale 90 si arriva rapidamente la Lafayette, prossima tappa dell' Itinerario.

Sistemazione 1 notte presso THE JULIET HOTEL, boutique hotel all' interno di un edificio storico in pieno downtown cittadino.

Per la sera: il BLUE DOG CAFE' offre ottima cucina locale (anche cajun) e anche musica dal vivo per passare un' ottima serata ; per un' ottima serata di musica suggeriamo invece il BLUE MOON SALOON con un ricchissimo programma di esibizioni live dei genero più disparati (cajun, contry-rock, blues...)

ATCHAFALAYA NATIONAL WILDLIFE REFUGE

5°giorno: LAFAYETTE- LAKE CHARLES 139 miglia/223 km
Nella mattina visita di Lafayette, città fondata nel 1821 col nome di Vermilionville da uno dei molti , all' epoca, immigrati di lingua francese proveniente dalla regione dell' Acadia canadese e che hanno poi dato vita alla cultura e tradizione "cajun" che sono ben manifestati ancora oggi nella musica e nella cucina. Rinominata nel 1884 col nome di Lafayette in onore del Generale Gilbert Du Motier De La Fayette, eroe della guerra d' Indipendenza Americana. Tra le attrazioni principali da visitare sicuramente la CATHEDRAL OF ST. JOHN THE EVANGELIST, chiesa che risale al 1912, costruita in stile "neoromanico" e inserita nel national Register of Historic Buildings, ma sicuramente vale la pena concentrasi sull' impronta francese della regione, grazie all' immigrazione di coloni dalla regione dell' Acadia canadese e lo si può fare visitando il JEAN LAFITTE NATIONAL HISTORIC PARK AND PRESERVE ACADIAN CULTURAL CENTER , ampio sito storico-naturalistico gestito dal National Park Service, o il LARC'S ACADIAN VILLAGE, un vero salto il un villaggio ottocentesco di questo' area di Louisiana, o lo straordinario museo vivente di VERMILIONVILLE, uno spaccato di vita quotidiana in un villaggio acadiano dalla fine del '700 a fine dell' '800 con personaggi in costume che rendono davvero suggestiva la visita ma anche esibizioni live di musica , scuola di cucina e boat tour. Nel pomeriggio suggeriamo la visita, a 35 miglia nord-est della città, del ATCHAFALAYA NATIONAL WILDLIFE REFUGE , un' area naturalistica straordinaria, una delle paludi alluvionali più vasta degli Stati Uniti, in cui è possibile effettuare escursioni , anche in barca, per avvistare la fauna locale, tra cui orsi bruni, bald eagles e alligatori. A termine della visita trasferimento a Lake Charles seguendo la Interstate 10 WEST.

Sistemazione 1 notte presso l' AUBERGE LAKE CHARLES Resort & Casino , camera standard solo pernottamento; un assaggio di "Las Vegas" in uno dei Resort/Casinò presenti in questa regione della Louisiana.

Per la sera: all' interno stesso dell' Auberge Resort ci sono diverse scelte di ristorazione, tutte valide, ma se se vuol provare qualcosa di davvero tipico suggeriamo STEAMBOAT BILL' S in una delle due location presenti in città: classici piatti della cucina locale come gumbo, ostriche e granchi fritti, pesce gatto e naturalmente pollo fritto.

incontri lungo il CREOLE NATURE TRAIL...

6°giorno: LAKE CHARLES -ALEXANDRIA 210 miglia /338 km
La mattina sarà dedicata a percorrere un tratto di una spettacolare "byway", che è anche classificata "ALL-AMERICAN ROAD"; si tratta del CREOLE NATURE TRAIL , oltre 180 miglia di itinerario a sud di Lake Charles (una delle prime National Scenic Byways designate) in cui si attraversano paludi, praterie (alluvionali), si costeggiano spiagge incontaminate sul Golfo del Messico e si entra in diversi "National Wildlife Refuge" in cui si può incontrare la fauna tipica della regione con numerose specie di uccelli, e alligatori (possibili diverse escursioni in "airboat" per l' avvistamento). Si suggerisce un loop abbastanza breve che da Lake Charles, seguendo la strada 27 SOUTH (Creole Highway) , attraversando la CAMERON PRAIRIE NATIONAL WILDLIFE REFUGE porta fino a CREOLE, quasi affacciata sul Golfo del Messico, e da qui seguendo sempre la 27 (WEST) si passa per Cameron e si costeggia l' Oceano sempre seguendo la 27 (che diventa la GULF BEACH HIGHWAY) fino a HOLLY BEACH in quella che viene chiamata dai locali la "CAJUN RIVIERA", decine di miglia di spiagge selvagge che per gran parte dell' anno (grazie al clima favorevole) sono la meta di svago preferita per gli abitanti della regione. Sempre seguendo la 27 (NORTH) si attraversa il SABINE NATIONAL WILDLIFE REFUGE , altra area protetta della regione per preservare l' habitat originale di questi territori, e si arriva su HACKBERRY; sarà poi sempre lungo la 27 che il percorso procede verso nord. Rientrati nell' area di Lake Charles si percorre la statale 165 NORTH fino ad ALEXANDRIA , meta di arrivo della tappa odierna.

Sistemazione per 1 notte presso LOYD HALL PLANTATION , pernottamento e colazione (cottage "THE COMMISSARY"); si dorme in un pezzo di storia della regione, in questa che era un piantagione di zucchero del 1820, iscritta nel National Historic Register. Si trova a 16 miglia da Alexandria.

Per la sera: CAJUN LANDING , locale com molto charme, pur nella sua assoluta semplicità. Dotato anche di patio on cui sono sistemati dei tavoli. La miglior cucina del Sud degli USA e in particolare molte ricette "cajun".

ALEXANDRIA, Kent Plantation

7°giorno: ALEXANDRA- NATCHITOCHES 120 miglia/ 193 km
La mattina sarà dedicata alla visita delle attrazioni di Alexandria; sicuramente interessante la visita dell' ALEXANDRIA MUSEUM OF ART, con ampia collezione di arte contemporanea di artisti della Louisiana e la più ampia colazione di "folk-art" di tutto lo stato. Passeggiando per il downtown storico cittadino suggerita la sosta al LOUISIANA HISTORY MUSEUM che ripercorre la stia dello stato fin dai primi esploratori spagnoli e francesi; merita la visita anche la St. FRANCIS XAVIER CATHEDRAL del 1898 e sicuramente curiosa la sosta presso SILVER DOLLAR PAWN, un banco dei pegni molto famoso perché è stato sede di una trasmissione televisiva (un reality) , trasmesso anche in Italia, ambientato proprio qui con protagonisti i titolari dell' attività ed i loro clienti. Andando al campus della Louisiana State University si può trovare un edificio originale, EPPS HOUSE, fatto costruire da Edwin Epps, proprietario terriero e di schiavi della zona, nel 1852 (che si trovava originariamente a Holmesville, poi spostato e ricostruito qui al campus nel 1999); questo nome dirà ben poco ma alla costruzione della casa fu impiegato Solomon Northup, afroamericano libero dell' area di New York e costretto in schiavitù in circostanze quasi surreali, che ha narrato la sua storia nel famoso libro "12 anni schiavo", divenuto poi anche un film di successo del 2014. Fu costruendo la casa che Northup raccontò la sua storia all' architetto/carpentiere Samuel Bass che poi riferì il tutto alle autorità portando , finalmente Samuel Northup a tornare libero. Sempre nell' area di Alexandria si trova la KENT PLANTATION, straordinario esempio di casa padronale "creola" della fine del 1700; si tratta dell' edificio più antico della Louisiana Centrale, aperto al pubblico per le visite. Spostandosi fuori città, a Frogmore, si trova la FROGMORE PLANTATION, piantagione di cotone di inizio '800 con 190 edifici storici da visitare e numerosi reperti d' epoca. Nella vicina cittadina di Pinelle si trova invece FORTS RANDOLPH & BUHLOW STATE HISTORIC SITE , avamposto costruito dai confederato verso la fine del conflitto civile, nel 1865 che può valere la sosta prima di procedere verso nord sulla Interstate 49 in direzione di NATCHITOCHES, tappa di arrivo del percorso odierno.

Sistemazione 1 notte presso SAMUEL GUY HOUSE , uno straordinario bed & breakfast all' interno di un edificio storico che risale al 1850, perfettamente restaurato. Categoria di camera "St. Claire Room /Marco room" con colazione.

Per la sera: non si può non consigliare il locale che è in testa a tutte le classifiche di gradimento "on line" (Tripadvisir, Yelp ecc...) che è
LASYONE' S, strepitosi piatti di cucina rigorosamente "southern style"; in particolare da non perdere il "meat pie platter".

NATCHITOCHES, Front Street

8°giorno: NATCHITOCHES- VICKSBURG 217 miglia / 350 km
Mattina dedicata alla visita di questa città le cui origini risalgono al 1714 come primo insediamento francese e il cui nome si riferisce alle popolazioni native del luogo; sicuramente la prima cosa da fare è quella di passeggiare attraverso il suo National Historic Landamrk District (dal link si scarica mappa in PDF) , ben 33 isolati di edifici storici vittoriani che ora sono occupati per la maggior parte da negozi, ristoranti, bed & breakfast. In particolare nei pressi di FRONT STREET, con la pavimentazione in ciottoli, si trovano gli scorci più interessanti della città che in alcuni casi ricordano, grazie ad edifici coi balconi in ferro battuto, la ben più celebre New Orleans. Da non mancare anche una visita al KAFFIE-FREDERICK GENERAL MERCANTILE, un "generale store" fondato nel 1863 e che è ancora in attività vendendo (oramai anche on-line) veramente di tutto; il più antico general store della Louisiana. Rimanendo nel distretto storico, sempre su Front Street, interessante il LOUISIANA SPORTS HALL OF FAME che celebra i campioni dello Stato che hanno primeggiato in qualsiasi disciplina sportiva, con ricca esposizione di cimeli storici. Interessanti le due chiese, The Basilica of the Immacolate Conception e la First Baptist Church entrambi risalenti al 1850 circa e sicuramente da visitare il FORT ST. JEAN BAPTISTE STATE HISTORIC SITE che è una spettacolare ricostruzione del primo insediamento franco-canadese, come posto di scambio coi nativi Natchitoches e successivamente avamposto militare da cui poi è nata la città. Tutta l' area della città fa parte del CANE RIVER NATIONAL HERITAGE AREA che include anche alcune plantation home (creole) come la OAKLAND PLANTATION , una piantagione di cotone, che risale al 1821 e la cui proprietà addirittura a prima della fine del '700 o la MELROSE PLANTATION, la cui costruzione fu iniziata già all' inizio dell' 800, per terminare intorno agli anni '40 dello stesso secolo. Entrambe le proprietà sono splendi esempi di architettura pre-bellica e visitabili con tour guidati; si trovano lungo in Crane River poco a sud di Natchitoches. Seguendo la Statale 84 EAST e poi la 34 si arriva a MONROE, cittadina ricca di galleria d' arte , negozi e ristoranti e quindi meta ideale per la sosta pranzo; nonostante non si tratti di una grossa città Monroe può vantare il fatto che la DELTA AIRLINES abbia iniziato qui la sua attività nel 1926 e un uomo d' affari locale, Joseph A Biedenharn, nel 1894 ha dato vita alla prima Coca Cola "in bottiglia" e c' è addirittura un museo, all' interno di un bellissimo giardino, il Biedenharn Museum & Gardens che commemora l' evento con diverse memorabilia e oggetti d' epoca all' interno del "Coke Museum". Proseguendo sulla Interstate 20 , direzione EAST si arriva a VICKSBURG,, nello Stato del MISSISSIPPI, meta finale del percorso della giornata.

Sistemazione 1 notte presso CORNERS MANSION INN con colazione; si tratta di un INN semplice ma con molto charme , allestito in un edificio storico del 1873 con molti mobili d' epoca.

Per la sera: un locale "alla mano" con bel panorama e ottimo cibo (buonissimi gli hamburger) 10 SOUTH ROOFTOP BAR & GRILL

VICKSBURG, National Military Park

9° giorno: VICKSBURG - NATCHEZ 73 miglia / 117 km
Mattina dedicata alla visita di Vicksburg, Mississippi, città dal notevole patrimonio storico dovuto anche alla sua importanza strategica durante la Guerra Civile Americana; molti gli edifici degni di nota come la OLD COURTHOUSE (1856) , la MC NUTT HOUSE (del 1826, la più antica dimora di Vicksburg) o la ANCHUCA MANSION, spettacolare dimora del 1830 circa che è anche un "INN" di lusso. Ricca anche di musei tra cui segnaliamo il LOWER MISSISSIPPI RIVER MUSEUM AND INTERPRETIVE CENTER che si occupa della storia del fiume che ha plasmato e continua a farlo, nel ben e nel male, la città e l' intera regione e il curioso BIEDENHAM COCA COLA MUSEUM (già segnalato per la città di Monroe) che celebra la famosa bevanda che da Mr. Biedehnam venne imbottigliata e commercializzata per la prima volta in maniera organizzata nel 1894. Ma la vera attrattiva di Vicksburg è legata alla guerra civile americana e infatti è imperdibile il VICKSBURG NATIONAL MILITARY PARK , sito della famosa omonima battaglia del 1863. E un sito enorme disposto su oltre 32 km con più di 1.300 monumenti (inclusi i "marker" storici che raccontano la battaglia) , oltre 140 cannoni e 2 edifici pre-bellici, tra cui la splendida Mc RAVEN HOME , una delle più visitate e più "autentiche" del Mississippi e si trova qui anche la USS CAIRO GUNBOAT, una delle prime corazzate al mondo, utilizzata durante la Guerra Civile. Uscendo da Vicksburg in direzione Natchez si percorrerà un tratto della spettacolare GREAT RIVER ROAD, una National Scenic Byway che segue il corso del Mississippi River per oltre 3000 miglia dal Minnesota al Golfo del Messico toccando 10 Stati. Si segue inizialmente la U.S 61 SOUTH che è conosciuta come "The Blues Highway" perché è una strada che tocca luoghi cruciali alla scoperta delle radici della musica blues come ad esempio Clarksdale a nord del Mississippi in cui c' è il leggendario incrocio con la US 49 ("crossroad") in cui la leggenda vuole che Robert Johnson abbia venduto l' anima al Diavolo in cambio del dono del blues... Tappa lungo il percorso a PORT GIBSON, cittadina strettamente legata alla storia della Guerra Civile in quanto una delle prima conquistate dal Generale Grant durante la campagna di Vicksburg del 1863; interessante e ricco di edifici architettonicamente di rilievo di metà '800 e primi del '900 il suo distretto storico (Church Street la strada di riferimento). Poco fuori Port Gibson , andando verso il Mississippi, vale la breve sosta il sito di "WINDSOR RUINS" , i resti di una straordinaria casa padronale (plantation home) di metà '800, una delle più grandi della regione, di cui restano solo 23 imponenti colonne corinzie dato che fu distrutta da un incendio nel 1890; rientra sempre nell' ampia area del Vicksburg Military Park. Procedendo poi verso sud si potrà seguire un tratto della NATCHEZ TRACE PARKWAY, 440 miglia di splendidi scenari (la strada proviene da Nashville) ​lungo una strada che segue gli antichi sentiero dei nativi "Kaintucks" che vivevano in questa regione. Si arriva così, godendosi il più possibile il panorama, a NATCHEZ; tappa odierna per la notte.

1 notte presso MAMMOTH HISTORIC INN , camera deluse con colazione; spettacolare INN ricavato da un edificio del 1818 , parte di una più vasta plantation home, che è uno degli esempi architettonici più significativi in città, aperto al pubblico anche per le visite.

Per la sera sicuramente da provare ROUX 61, un locale aperto di recente (2011) ma che ha saputo subito catturare i favori del pubblico con i miglioro piatti della "southern cuisine", in parte anche rivisitati in chiave moderna; in alternativa MAGNOLIA GRILL: vista spettacolare sul Mississippi e piatti del Sud seguendo rigorosamente le ricette tradizionali.

NATCHEZ, Longwood Plantation

10°giorno: NATCHEZ - BATON ROUGE 92 miglia/ 148 km
Mattinata dedicata alla visita di Natchez e dintorni; la città è stata il primo insediamento permanente sulle sponde del Mississippi (1716), seguì lo sviluppo coloniale (francese e in parte anche spagnolo) , come il resto dei territori della zona durante tutto il corso del '700, e raggiunse il massimo splendore nel periodo pre-bellico, divenendo una delle più ricche di tutta la nascente nazione americana. Per preservare il patrimonio storico, culturale e architettonico di Natchez è stato istituito il Natchez National Historical Park che racchiude Fort Rosalie, fortificazione costruita dai francesi nel XVIII secolo, la Williams Johnson House , un barbiere afro-americano "libero" il cui diario è stato pubblicato riscuotendo un certo interesse e la tenuta Melrose, National Hitoric Landmark risalente al 1845. Natchez vanta un numero altissimo di bellissime dimore coloniali e plantation che sono state risparmiate dalla distruzione della guerra civile, qui più che in ogni altro luogo del Sud. Tra le principali, perfettamente restaurate e aperte al pubblico per la visita (dei veri e propri musei) segnaliamo Auburn , un Historic Landmark risalente al 1811, Dunleith che è anche uno spettacolare "historic inn" in cui si può soggiornare, Longwood Plantation, incredibile dimora del periodo pre-bellico con originale base ottagonale e una cupola di chiara ispirazione "bizantina" che svetta sull' edificio. Nel primo pomeriggio il viaggio prosegue verso sud lungo la Highway 61, sempre restando in Mississippi; si rientra in Louisiana a circa 40 miglia /65 km da Natchez e si fa tappa a St. FRANCISVILLE , città che risale ai primi del 1800 e che ha conservato un notevole patrimonio storico-architettonico. Il suo distretto storico ha diversi edifici interessanti come la GREAT EPHISCOPAL CHURCH del 1858 o la OUR LADY OF MOUNT CARMEL CATHOLIC CHURCH del 1871 così come la COURTHOUSE del 1905 in stile Georgiano e la CAMILLA LEAKE BAROWW HOUSE, edificio del 1810 in "greek revival style"; tutti rientrano nell' HISTORIC DISTRICT che è tutelato dal National Park Service come facente parte di un "Historic Places Travel Itinerary" (è una sezione del National Register of Histric Places). Ma sicuramente le attrazioni principali della città sono le plantation homes che si trovano nelle vicinanze, e sono molte, impossibile visitarle tutte. Segnaliamo sicuramente la ROSEDOWN PLANTATION, dimora del 1830 circa con annessa enorme proprietà, e THE MYRTLES PLANTATION che risale addirittura al 1796, immersa in un parco con centinaia di querce secolari, è ovviamente inserita nel national Register of Historic Places. Proseguendo il percorso si arriva rapidamente a BATON ROUGE, capitale dello Stato e tappa finale della giornata.

​Sistemazione 1 notte presso HOTEL INDIGO solo pernottamento

Per la sera: suggeriamo PARRAIN' S SEAFOOD locale specializzato in pesce, in particolare modo dell' area del Golfo , cucinato , ovviamente, "southern style"

GREAT RIVER ROAD, Oak Alley Plantation

11°giorno: BATON ROUGE - OAK ALLEY 75 miglia / 120 km
Nella mattina breve giro panoramico del downtown cittadino; si può ammirare il LOUISIANA STATE CAPITOL, edificio di oltre 130 metri di altezza che risale al 1932 e allo stesso modo è interessante l' OLD STATE CAPITOL che invece, con un architettura gotica ispirata ai castelli nord-europei, posto di fronte al Mississippi River, risale a metà dell' '800 ed è un NATIONAL HISTORIC LANDMARK. La capitale della Louisiana ha interessanti musei come il LOUISIANA ART & SCIENCE MUSEUM che combina perfettamente importanti collezioni di arte a esposizioni a carattere scientifico con al suo interno un planetario, o il LOUISIANA STATE UNIVERSITY MUSEUM OF ART con ricca colazione di opere e oggetti d' arte Americana e Inglese dal XVII° secolo ad oggi. Meritano una visita anche le due chiese più importanti come la St. JOSEPH CATHEDRAL , la più antica in città anche se ha subito, nel corso degli ultimi 150 anni, numerose e radicali modifiche architettoniche e la ST. JAMES EPHISCOPAL CHURCH costruita nel 1894. Suggerita anche una visita dell' importante campus universitario della LSU (Luisiana State University) che è una vera istituzione nello Stato. Possibili i tour accompagnati dagli stessi studenti . Lasciata la Capitale l' itinerario entra nella sua parte più suggestiva e "romantica", perché seguendo meticolosamente il tortuoso corso del Mississippi verso New Orleans si incontra la cosiddetta PLANTATION COUNTRY , ovvero una vasta area lungo il corso del fiume sulla quale sono affacciate numerose e straordinarie plantation homes tra le più storiche, meglio conservate, e più famose di tutto il Sud degli Stati Uniti. Ne segnaliamo solo 2 perché la vastità delle tenute e le tempistiche delle visite guidate (unica maniera per visitare le dimore) non consentono di poterne prevedere di più nel corso della mezza giornata a disposizione ma, ovviamente, dato il percorso assolutamente "customizzabile", si può inserire un' ulteriore giornata nel viaggio per consentire la sosta in altre plantation homes. La prima lungo il percorso è HOUMAS HOUSE , soprannominata anche "Il Gioiello della Corona della Louisiana River Road", e se ne capisce bene la ragione appena ci si approccia a questa straordinaria dimora che risale al 1840 circa. Circondata da lussureggianti giardini e querce secolari è visitabile con tour guidato che fa scoprire le numerose stanze perfettamente arredate con mobili e oggetti d' epoca. Seguendo poi il corso del Mississippi si arriva in poco tempo alla OAK ALLEY PLANTATION, il cui viale sormontato da querce secolari è ben noto a tutti perché immortalato in migliaia di foto "cartolina" di questa regione. La location è stata utilizzata in molti film e questa dimora storica del 1840 circa (anche se le querce secolari risalgono addirittura ad inizio XVIII°) chiamata "La Grande Dame della Great River Road", è un vero viaggio nel tempo, ancor più enfatizzato dalle visite guidate effettuate da esperte guide in costume d' epoca.

Sosta per 1 notte presso uno degli storci cottage storici della OAK ALLEY PLANTATION , solo pernottamento

Per la sera: continua il "viaggio nel tempo" cenando nello stesso cottage con piatti appositamente preparati dal ristorante (che la sera è chiuso al pubblico) oppure in uno dei validi ristoranti della zona come NOBILE' S o DJ' s GRILL

12°giorno: OAK ALLEY - NEW ORLEAS 40 miglia /64 km
Se l' orario di partenza del volo lo consente, la mattina può essere dedicata alla visita di altre plantation homes lungo la Great River Road; rientro in aeroporto a New Orleans , rilascio dell' auto a noleggio e imbarco sul volo che, passando da hub americano , porterà in Italia con atterraggio il giorno successivo.

QUOTA A PERSONA : a partire da 1.230 EURO*

* LA QUOTA COMPRENDE: i pernottamenti in camera doppia negli hotel segnalati e il noleggio auto di cat. intermedia (tipo Toyota Corolla o similare) con km illimitati, pacchetto assicurativo completo e navigatore GPS. La quotazione è costruita sulle tariffe hotel di media/bassa stagione e può subire variazioni in base alle disponibilità di ogni singola struttura. Assicurazione medico/bagaglio di base

Cambio EURO /DOLLARO 1.10 del 04/04/2016

la quota NON COMPRENDE: i voli aerei dall' Italia (prenotabili alle migliori tariffe disponibili al momento della richiesta) , l' assicurazione medica (suggerita e stipulabile tramite Mondial/Allianz) , i pasti , gli ingressi ai parchi e alle varie attrazioni e ogni altro servizio non segnalato alla voce "La quota comprende".

L' itinerario è in ogni caso "custumizzabile" ad hoc sulle esigenze di ciascun cliente sia come scelta degli hotel, che come durata complessiva.

© 2021 - Be Travel USA - Design and Powered by BluMade - All rights reserved | Be Travel USA è parte di ACI Blueteam S.P.A.